Christo, un milione e mezzo di visitatori per ‘The Floating Piers’

Dopo 16 giorni il lago di Iseo dice addio alla 'passerella' che ha collegato la costa del Lago d'Iseo a Monte Isola

MILANO – Dopo 16 giorni il lago di Iseo dice addio al progetto ‘The Floating Piers’, la ‘passerella’ creata dall’artista Christo che ha collegato la costa del Lago d’Iseo a Monte Isola. Nella giornata conclusiva di domenica, come per l’intero week-end, gli afflussi sono stati intensi ma scorrevoli. La maggior parte dei visitatori è riuscita a vedere da vicino l’opera e anche l’ultima sera è stata un successo con boom di turisti.

I NUMERI – Dalle prime statistiche risulterebbero un milione e mezzo di visitatori. Un successo che va oltre ogni aspettativa. Domenica sera, come saluto finale, una catena umana ha unito la gente tra Sulzano e Monte Isola, con al centro i due sindaci in trionfo. 

L’ADDIO DI CHRISTO – «Ogni progetto è come una fetta della nostra vita e una cosa che non dimenticherò mai. Jeanne-Claude e prima ho concepito il floating piers nel 1970. Ho poi trovato lago d’Iseo per essere il più suggestivo luogo per realizzare questo progetto. Ho fatto talmente tanti nuovi amici in Italia io considero la famiglia. L’ acqua del lago, il paesaggio, e la comunità intorno e sono stati tutti parte di the Floating Piers. Una parte importante di questo progetto è la parte temporanea, è una qualità nomade-è per questo che dopo 16 giorni è andata».

 

© Riproduzione Riservata