Christo impacchetterà l’Arco di Trionfo di Parigi

Slittano in avanti le date dell'installazione di Christo a Parigi, l'impacchettamento dell'Arco di Trionfo avverrà a settembre 2020
Christo impacchetterà l'Arco di Trionfo di Parigi

MILANO – Dopo il Pont Neuf nel 1985, l’artista contemporaneo Christo Javacheff impacchetterà l’Arco di Trionfo di Parigi per sedici giorni a settembre 2020. 25mila metri quadrati di tessuto in polipropilene blu-argento riciclabile e 7mila metri di corda rossa avvolgeranno il monumento simbolo della capitale francese.

Inizialmente l’installazione sarebbe dovuta avvenire ad aprile 2020, ma a causa degli atti vandalici dei gilet gialli sul monumento, è stata recentemente diffusa la notizia dello slittamento di qualche mese, dal 19 settembre al 4 ottobre 2020. Sarà infatti necessario attendere i tempi di restaurazione di alcune parti dell’Arco.

arco di trionfo christo

Bulgaro ma naturalizzato statunitense, Christo Javacheff ha ormai 83 anni ma ancora il desiderio di esprimersi attraverso la sua arte, e tornerà a Parigi proprio nell’anno in cui il Centre Pompidou gli dedicherà una grande mostra, per celebrare le sue installazioni nella capitale francese. Il progetto di impacchettamento dell’Arco di Trionfo era già in cantiere dal 1962, ma mai portato a compimento.

Christo e Jeanne Claude, artisti innamorati

Christo ha iniziato la serie degli impacchettamenti assieme alla amata moglie Jeanne Claude, e ha smesso di portare avanti questo tipo di land art nel 2009, alla morte di lei. I due artisti hanno avviato questa forma d’arte negli anni Sessanta, quando a New York progettarono l’imballaggio di due grattacieli, Lower Manhattan Packed Buildings (1964). Da quel momento la coppia “Christo” – per oltre quarant’anni – ha coperto oggetti e monumenti simbolici a livello storico e sociale per dare una visione destabilizzante del mondo.

La prima vera e propria realizzazione di un impacchettamento fu nel 1968 con il Museo di Berna, in Svizzera. Nello stesso anno in Italia impacchettarono la fontana della piazza principale di Spoleto, nel 1970 fu la volta della statua di Vittorio Emanuele II in piazza del Duomo a Milano e nel 1974 Porta Pinciana a Roma. Poi toccò al Pont Neuf di Parigi nel 1985 e al Reichstag di Berlino nel 1995. L’ultima installazione di Christo in Italia è avvenuta nel 2017, con la creazione dei Floating Piers sul lago di Iseo.

Christo_Floating_Piers_6497

© Riproduzione Riservata