la delusione dei turisti

Cenacolo e Brera chiusi, disagi e proteste per lo sciopero

Dal 2008 i contratti del pubblico impiego sono fermi, anche la Corte europea ha stabilito che la situazione è illegittima

LO SCIOPERO  – Lo sciopero del personale dei poli museali come dei lavoratori del pubblico impiego, era stato annunciato il 23 febbraio, cioè quando era stato stipulato l’accordo dall’Aran (l’agenzia negoziale della Pubblica Amministrazione) con le organizzazioni sindacali nazionali, i direttori/manager che avrebbero dovuto incontrare i sindacati locali per stabilire le modalità previste dalla nuova legge che garantisce l’apertura minima dei musei.

LE TRATTATIVE – Il direttore della Pinacoteca Bardburne si trova all’estero e nemmeno la tavola organizzata a ridosso dello sciopero dal Polo Museale (che comprende il Museo vinciano) ha placato le acque.  Non sono pochi ad ipotizzare che il ritardo del tavolo di trattativa sia «strumentale a una forzatura». La Lombardia è stata la prima a protestare tra le regioni. Dal 2008 i contratti del pubblico impiego sono fermi, anche la Corte europea ha stabilito che la situazione è illegittima.

© Riproduzione Riservata
Commenti