Il ritrovo

All’asta di Sotheby’s un capolavoro inedito di Canova

Sotheby’s offrirà in asta il 4 Luglio il "Busto della Pace" (Bust of Peace) una delle rare opere di Canova da lui autografe, mai apparse sul mercato
All'asta di Sotheby’s un capolavoro inedito di Canova

MILANO – Sotheby’s offrirà in asta il 4 Luglio il “Busto della Pace” (Bust of Peace) una delle rare opere di Canova da lui autografe, mai apparse sul mercato. Il “Busto della pace” venne donato da Canova a Lord Cawdor, per l’aiuto ricevuto nella preziosa opera di rimpatrio dell’arte italiana saccheggiata dagli eserciti francesi durante le guerre napoleoniche. Da oltre 200 anni l’opera non è mostrata in pubblico, precisamente dal 1817, anno in cui fu fu esposta alla Royal Academy di Londra.

 

L’opera

La scultura appartiene alla celebre serie di Teste Ideali di Canova. Considerate tra le opere più personali dell’artista, le Teste Ideali incarnano l’ideale di bellezza di Canova e sono state realizzate con il preciso scopo di essere donate ad amici e mecenati. Bust of Peace (1814) fu scolpita per il primo mecenate britannico ed amico, John Campbell, Lord Cawdorn (vedi sotto breve bio del personaggio), in ringraziamento per il suo mecenatismo e la sua amicizia. Fu anche, e soprattutto, un dono per l’aiuto ricevuto nella preziosa opera di rimpatrio dell’arte italiana saccheggiata dagli eserciti francesi durante le guerre napoleoniche.  Tramandata per cinque generazioni della famiglia Cawdor dopo la morte di John Campbell nel 1821, la scultura fu poi dimenticata nel corso del tempo. Nel 1962, quando i beni della casa di Stackpole Court nel Pembrokshire furono venduti all’asta, Bust of Peace fu semplicemente descritto nel catalogo come “un busto di marmo bianco di una signora che indossava un diadema”.  A seguito di una lunga ricerca attuata dall’attuale proprietario, che ha acquistò a suo tempo la scultura come opera non attribuita, il busto è stato identificato come Bust of Peace di Canova. La magistrale opera è una scoperta significativa, di fondamentale importanza e risonanza storica nell’oeuvre di Canova.

 

Un simbolo di pace

Busto della Pace (Bust of Peace) di Canova è simbolo di un’epoca. Donato dall’artista al suo amico e primo mecenate britannico pochi mesi dalla caduta di Napoleone, quest’opera rappresenta, in virtù del suo soggetto, la pace ritrovata tra le grandi potenze. Classificata come Testa Ideale, già nel 1824, da Melchiorre Missirini nel suo “Della Vita di Antonio Canova”, Bust of Peace ha un valore aggiunto all’interno del gruppo, poiché fu il primo esemplare di Testa Ideale ad essere donato ad un mecenate britannico dopo la sconfitta Napoleone.  Gli incontri a Parigi tra Cawdor e Canova, insieme ai dignitari britannici Richard William Hamilton e Charles Long, indicano ulteriormente che il busto è stato donato al suo amico non solo per la sua lealtà di mecenate, ma anche in ringraziamento per il suo sostegno nella campagna di restituzione delle opere confiscate allo Stato Pontificio. Prima Testa Ideale ad arrivare in Gran Bretagna, Bust of Peace, rappresenta la riconoscenza di Canova, come ministro plenipotenziario di Papa Pio VII, nei confronti degli inglesi per il loro ruolo, insieme a Russia e Prussia, nella sconfitta di Napoleone.

© Riproduzione Riservata
Commenti