Asta da record

Asta da record, 3 milioni di dollari per il Gentileschi da Sotheby’s

Stimata tra i 2.5 e i 3.5 milioni di dollari, l’opera ricomparsa solo nel 2009 “La caduta degli angeli ribelli” di Orazio Gentileschi è in asta alla Master Paintings Evening sale di Sotheby’s a New York...
All'asta “La caduta degli angeli ribelli” di Orazio Gentileschi

Milano – Stimata tra i 2.5 e i 3.5 milioni di dollari, l’opera ricomparsa solo nel 2009 “La caduta degli angeli ribelli” di Orazio Gentileschi è in asta alla Master Paintings Evening sale di Sotheby’s a New York.

I primi passi del maestro

Il grande maestro toscano Orazio Gentileschi, nato a Pisa nel 1563 e morto a Londra nel 1639, rappresenta con questa “Caduta degli angeli ribelli” databile tra il 1601 e il 1602 l’inizio di uno stile più personale; una volontà di espressione più singolare che si manifesta anche in relazione alla sua nascente amicizia con il Caravaggio e con le novità introdotte dall’artista tedesco, operante a Roma, Adam Elsheimer. L’abilità del Gentileschi di dipingere sull’alabastro pare che fosse una cosa risaputa all’epoca e lo confermano i recenti studi che hanno trovato ben due interessanti testimonianze: la prima è di Bernardino, il suo barbiere, che scrive “L’ho visto anco che faceva certi quadretti di alabastro e altro”; la seconda invece è una lettera datata 27 marzo 1615 di Piero Guicciardini, ambasciatore di Cosimo II de’ Medici a Roma, in cui scrive “in quello che lui vale è la diligenza per non dire stento, et in queste pietre d’Alabastro, e cose piccole, ha fatto qualche operina diligente…”. L’abilità del maestro toscano è quindi notevole e oggi la critica lo ritiene uno dei più eleganti e poetici pittori che abbiano abbracciato lo stile rivoluzionario di Caravaggio.

L’opera

Eseguita magistralmente con colori ad olio su una grossa lastra di alabastro, stondato nella parte superiore, quest’opera scenografica cattura l’occhio dello spettatore e lo coinvolge emotivamente. Qui vi è raffigurato, per l’appunto, il momento in cui l’Arcangelo Michele, al centro della tavola, caccia con successo dal Paradiso gli angeli ribelli. La scena rappresentata pervade tutto lo spazio dell’alabastro conferendo al dipinto un aspetto di teatralità. Quest’opera così importante per la carriera del Gentileschi è rimasta sconosciuta al pubblico sino alla sua ricomparsa nel 2009 quando un gruppo di studiosi ne hanno accertato l’appartenenza al corpus dell’artista. Oggi quest’opera, proveniente da una collezione americana, ha una stima tra i 2.5 e i 3.5 milioni di dollari e sarà all’asta alla Master Paintings Evening sale da Sotheby’s a New York.

© Riproduzione Riservata