Arte

Cento lupi invadono Firenze: la natura si riprende i suoi spazi

Cento imponenti lupi invadono il cuore di Firenze. Si chiama "Lupi in arrivo" e segna il ritorno della natura contro la prepotenza dell'uomo
lupi-firenze

Cento imponenti lupi feroci invadono il cuore di Firenze. Si chiama “Lupi in arrivo”, la monumentale installazione dell’artista cinese Liu Ruowang. Il suo branco, composto da cento fusioni in ferro (ciascuna del peso di 280 kg), è un’allegoria della risposta della natura alle devastazioni e al comportamento prepotente dell’uomo nei confronti dell’ambiente. Il lupo rappresenta l’appello alla salvaguardia ambientale di tutto il pianeta. L’opera con i suoi cento elementi resterà esposta fino al 26 ottobre in due spazi di prestigio: piazza Pitti e piazza Santissima Annunziata.

“Lupi in arrivo”, il progetto

Il progetto, organizzato grazie a Matteo Lorenzelli, titolare della galleria milanese Lorenzelli Arte, è stato ideato in occasione delle celebrazioni dei 50 anni di relazioni diplomatiche tra la Repubblica Italiana e la Repubblica Popolare Cinese. Questo è anche il primo evento in uno spazio pubblico all’aperto che vede impegnati il Comune e gli Uffizi dopo i mesi di lockdown. Uomo e natura “Lupi in arrivo” interagisce liberamente con l’architettura cittadina, con i suoi abitanti o con chi è solo di passaggio.

L’arte come parte della quotidianità

Secondo Ruowang, considerato uno dei maggiori artisti cinesi contemporanei, “per insegnare amore e rispetto per l’arte alle nuove generazioni il metodo migliore è far entrare l’arte nella vita quotidiana, rendendo i musei sempre più accessibili e non solo. È importante costruire una cultura del bene comune”. “Il branco di lupi che si accinge a entrare nel palazzo attraverso il portone centrale – ha detto Schmidt – ci ricorda immediatamente il cupo contrattacco della natura nel classico ‘Gli uccelli’ di Alfred Hitchcock, ma richiama alla nostra mente anche la recentissima esperienza di tante specie selvagge rientrate in città durante il lockdown. È la metafora del rapporto uomo-natura”.

Le opere monumentali di Liu Ruowang

L’installazione Lupi in arrivo è frutto della produzione dell’ultimo decennio che va considerata a pieno titolo la maturità artistica di Liu Ruowang. La propensione del maestro cinese per le grandi dimensioni fa sì che le sue opere sfiorino la monumentalità. Le forme, grazie a uno studiato impatto scenico e al loro dinamismo, vengono avvertite come attori che occupano lo spazio senza appropriarsene. ”I lavori sono presentati in gruppi, perché la ‘pluralità’ è il tipo di forma e di forza di cui ho bisogno quando sono intento a esplorare la relazione tra l’essere umano e l’ambiente. Anche alla luce del fatto che la Cina è da tempo un paese che porta avanti uno spirito collettivista. Creare i miei lavori in serie o gruppi corrisponde per me a un linguaggio strutturale del mio fare artistico che supera il linguaggio scultoreo”. 

© Riproduzione Riservata
Commenti