Stanotte a San Pietro

Ancora una volta Alberto Angela ci emoziona con le sue parole

"Quando l'angoscia di questi giorni sarà finita, in questa piazza torneranno gradualmente tutti i suoi mille colori, così come nelle nostre città, nei nostri giorni e nelle nostre vite"
alberto-angela-san-pietro-papa

Ancora una volta, Alberto Angela ci emoziona con le sue parole. Ad aprire la puntata di “Stanotte a San Pietro” sono, infatti, le immagini del Papa, solo in mezzo alla Piazza di San Pietro, in preghiera per il mondo intero. Un’immagine che si è scolpita dentro di noi e nella storia dell’umanità. Un’immagine che non dimenticheremo mai. 

Le parole di Alberto Angela

“Piazza San Pietro deserta. E il Papa solo in uno spazio che sembra sconfinato. Ricorderemo a lungo queste immagini. Ci parlano del dramma che stiamo vivendo, della solitudine che tutti proviamo, del coraggio di chi per lavoro ogni giorno affronta un nemico che non può vedere, dei sacrifici di quanti lavorano a fianco a degli ammalati, dei dolore per la perdita dei proprio cari, soli persino nella fine e del vuoto incolmabile che lasciano alla loro fine. Questa piazza che oggi appare così muta in fondo è lo specchio di tante altre piazza in tutta la città Ma noi la ricordiamo tutti in altri momenti, piena di persone, di famiglie, di bambini, con i loro sguardi, i loro sorrisi, insomma piena di vita. E così stiamo per riviverla con questo viaggio all’interno di San Pietro del Vaticano. Questa puntata vuole essere uno sguardo fiducioso al futuro, perché quando l’angoscia di questi giorni sarà finita, in questa piazza gradualmente torneranno tutti i suoi mille colori, così come nelle nostre città, nei nostri giorni e nelle nostre vite. E noi potremo tornare a goderne la bellezza, con uno sguardo nuovo, cauto certo, ma aperto al futuro, circondati dalla grandezza del passato che stiamo dimostrando di avere in noi.”

© Riproduzione Riservata