Impressionisti innamorati

Aline Charigot, l’amata musa di Renoir

Aline Victorine Charigot "semplice e allegra che lavorava come sartina in un laboratorio nei pressi di Montmatre", è stata la musa di Auguste Renoir
Aline Charigot, l'amata musa di Renoir

MILANO – Aline Victorine Charigot “semplice e allegra che lavorava come sartina in un laboratorio nei pressi di Montmatre” è stata la musa di Auguste Renoir (Limoges, 25 febbraio 1841 – Cagnes-sur-Mer, 3 dicembre 1919). Ricordata come una bellissima ragazza di umili origini contadine, rossa, naso all’insù e forme perfette, ha sedotto e conquistato il pittore francese fino a diventarne la moglie. Nata nel 1854 nell’Essoyes, in Borgona, incontrò l’artista, uno tra i massimi esponenti dell’Impressionismo, a Parigi nel 1879.

Pierre-Auguste Renoir, Nel giardino

L’incontro

I due si incontrano nella Crémerie parigina di Madame Camille, in Rue Saint-Georges. Lei ha 22 anni, il pittore geniale ma squattrinato 38.
Il proprietario dell’atelier, dove Aline lavorato, continuava a dirle di iniziare la ricerca di una marito – “ricco ma non troppo giovane” ma Aline era attratta dall’artista, anche se non era né ricco né bello, anzi con le guance incavate e la barba rada. Folgorato dalla giovane la vuole come musa e amante. “Il legame con Aline illumina in quegli anni la vita dell’artista” . Nel 1890 i due  si sposano con rito civile a Parigi, anche se il loro primo figlio Pierre era nato nel 1885.

Pittura di Pierre-Auguste Renoir Bagnante bionda
Pierre-Auguste Renoir, La bagnante bionda

Aline nei quadri

E’  la musa prediletta, “una regina vera” e la troviamo nella sua prima apparizione nei “Canottieri a Chatou” (1879), ritratta nel “suo attillato corpetto rosso”, poi ne “La Colazione dei Canottieri” (1880-1881), dove “Aline è seduta in primo piano,con un piccolo cane griffone in grembo”. Tra l’altro la scena ambientata nel ristorante “La Fournaise” dove i due trascorrevano i pomeriggi d’estate.

L’amore non basta

Aline reste accanto a Renoir per venticinque anni fino a che l’infedeltà del pittore (in particolare quella con la pittrice francese Suzanne Valandon) diventa per lei insostenibile. La donna muore nel 1915, Renoir quattro anni dopo.

© Riproduzione Riservata
Commenti