ARTE - La personale della vincitrice del Premio Griffin 2014

Al via la personale di Livia Oliveti, vincitrice del Premio Griffin 2014

Giunto alla sua seconda edizione, il Premio Griffin è un premio d'arte dedicato agli artisti under 35 che operano in Italia, e agli studenti delle scuole di alta formazione artistica, la cui ricerca si esprime tramite la pittura e il disegno...

L’Università Bocconi di Milano presenta la personale di Livia Oliveti, classe 1991, vincitrice del Premio Griffin 2014, nella categoria Studenti d’arte. L’esposizione, curata da Ivan Quaroni, presidente della giuria internazionale del Premio, presenta 8 opere dell’artista romana, il cui lavoro si caratterizza per una forte contaminazione tra pittura e scultura e per l’impiego di nuovi materiali

MILANO – Giunto alla sua seconda edizione, il Premio Griffin è un premio d’arte dedicato agli artisti under 35 che operano in Italia, e agli studenti delle scuole di alta formazione artistica, la cui ricerca si esprime tramite la pittura e il disegno. I finalisti avevano già esposto le proprie opere alla Fabbrica del Vapore (nel mese di giugno); e ora Livia Oliveti, vincitrice della sezione Studenti d’arte, inaugura la sua mostra ”On the surface” all’Università Bocconi di Milano. Vincitrice della sezione Artisti emergenti è invece Annalisa Fulvi, milanese, classe 1986.

BIOGRAFIA D’ARTISTA – Livia Oliveti utilizza il polistirolo come supporto sul quale mescola e sovrappone gessi, resine, olii e acrilici fino a ottenere superfici in cui il colore si coagula in un insieme di sfumature screziate. Ogni lastra viene quindi tagliata e suddivisa in sagome quadrate, rettangolari o circolari, per essere assemblata in polittici di varie forme e dimensioni. In questo modo, anche lo spazio tra le sagome entra a far parte della composizione, che diventa, così, una struttura scandita da intervalli di pieni e vuoti.

10 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti