Lo spazio D

Al Maxxi di Roma, giovani designer in mostra

Dal 18 dicembre 2015 al 24 gennaio 2016 i lavori più meritevoli del bando promosso dal Ministero
Al Maxxi di Roma, giovani designer in mostra.

MILANO – Lo Spazio D del Museo MAXXI di Roma accoglie, dal 18 dicembre 2015 al 24 gennaio 2016, i lavori più meritevoli tra quanti – oltre 150 – hanno preso parte a DAB6 – Design per Artshop e Bookshop, bando di concorso lanciato dall’ Ufficio Giovani d’Arte del Comune di Modena, promosso dal GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane e Direzione Generale Musei.

LA MOSTRA – In mostra i migliori 34 progetti e prototipi per oggetti destinati alla commercializzazione all’interno di artshop e bookshop dei musei italiani, frutto dell’intuizione di 26 creativi di età compresa fra i 18 e i 35 anni. Eterogenea la natura dei lavori presentati, che spaziano da gadget e strumenti per cancelleria fino a prodotti gastronomici, passando per abiti e accessori tra i più disparati: offrendo una panoramica quanto mai ampia e articolata delle infinite declinazioni che il design sa assumere.

I PREMI – Il Premio Speciale Mibact “Sezione Contemporaneo” (del valore di duemila euro) è stato assegnato a Davide Tuberga (Bologna, 1987) per il progetto “RPCO – Rapid Process for Concave Objects”, che presenta non solo l’oggetto di design finito (una serie di tazze e tazzine), ma anche il dispositivo necessario alla sua produzione: una speciale stampante 3D che lavora con l’argilla, ideata dallo stesso giovane designer. Il Premio Speciale Mibact “Patrimonio Culturale” (di duemila euro), dedicato ai lavori ispirati alla ricchezza del panorama storico-artistico italiano, è stato invece ripartito e assegnato ex aequo a Michela Bortolozzi (Venezia, 1986) e Federico La Piccirella (Modena, 1986). La prima ha presentato “Kit Enjoy Italy: Enjoy Venice”, stampo per “lecca-lecca” che richiama le forme di elementi architettonici peculiari della città lagunare. La commissione ha assegnato inoltre un totale di settemila euro a undici creativi, in forma di sostegno alla realizzazione dei loro progetti.

© Riproduzione Riservata
Commenti