il dilemma linguistico

Al Grande Fratello una frase di Oscar Wilde erroneamente attribuita a Mussolini

“Parlarne bene o parlarne male non importa, purché se ne parli” è una celebre frase di Oscar Wilde...o di Benito Mussolini? Il dilemma arriva dai vip del Grande Fratello Vip 5.
Al Grande Fratello una frase di Oscar Wilde erroneamente attribuita a Mussolini

“Parlarne bene o parlarne male non importa, purché se ne parli” è una celebre frase di Oscar Wilde…o di Benito Mussolini? Il dilemma arriva dai vip del Grande Fratello Vip 5.

Il dilemma

Ieri pomeriggio, i vip erano in giardino e stavano facendo delle citazioni quando Stefania Orlando ha detto: “Quella che più mi piace è: parlarne bene o parlarne male purché se ne parli. Sai che non ricordo chi l’ha detta? Non vorrei dire una grande sciocchezza ma credo che l’abbia detta Mussolini. Te lo ricordi, Andrea?” e Zelletta: “No, ma penso più qualche artista, qualche star famosa”. Sarà per caso Oscar Wilde?

La conduttrice televisiva era convinta che la frase fosse di Mussolini e così ha interrogato gli altri coinquilini del Grande Fratello Vip per avere conferma. Nessuno, “stranamente”, è riuscito però a risolvere il suo dilemma.

La frase originale di Oscar Wilde

La celebre frase, utilizzata in diverse occasioni, appartiene allo scrittore Oscar Wilde che la fece pronunciare a Dorian Gray, protagonista dell’omonimo romanzo, allo scopo di fare riflettere i suoi lettori sulle tematiche sociali più delicate. La frase in lingua originale è “There is only one thing in the world worse than being talked about, and that is not being talked about”. Come spesso accade con le traduzioni, esse non rendono fino in fondo il significato della frase. In questo caso meglio restare letterali: “C’è una sola cosa al mondo peggiore del far parlare di sé, ed è il non far parlare di sé.” Mentre in realtà la frase versione italiana, citata dalla stessa Orlando, è “Parlarne bene o parlarne male non importa, purché se ne parli”.

© Riproduzione Riservata
Commenti