Sei qui: Home » Storie » Le sorelle Mirabal e la loro tragica storia
Giornata Mondiale Contro La Violenza Sulle Donne

Le sorelle Mirabal e la loro tragica storia

L’omicidio delle sorelle Mirabal è la storia che sta dietro alla data della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Oggi, 25 novembre, vogliamo raccontarvi la storia delle sorelle Mirabal. La loro fu una tragedia che segnò particolarmente la società dell’epoca, tanto che si decise di utilizzare la data della loro morte come monito per dire basta alla violenza sulle donne. La storia delle sorelle Mirabal è raccontata da Julia Alvarez nel libro “Il tempo delle farfalle“.

Le sorelle Mirabal

Aida Patria Mercedes, Maria Argentina Minerva, Antonia Maria Teresa Mirabal e Bélgica Adela Mirabal-Reyes nacquero a Ojo de Agua provincia di Salcedo nella Repubblica Dominicana da una famiglia benestante. Per molto tempo, negli anni Cinquanta, si batterono contro la dittatura di Rafael Leónidas Trujillo, una delle più dure dell’America latina. Il loro impegno si fece sempre più concreto e rischioso, in articolare dal 1960 quando venne costituito il “Movimento 14 di giugno”, sotto la direzione di Manolo Travares Justo in cui tutte e tre presero parte con il nome in codice di “Mariposas” (farfalle). Le tre donne vennero incarcerate e rilasciate poco dopo, mentre i loro mariti restarono reclusi.

"A tutte le donne", la poesia di Alda Merini inno dell’universo femminile

“A tutte le donne”, la poesia di Alda Merini inno dell’universo femminile

A tutte le donne di Alda Merini è un vero e proprio inno di una grande donna, come la poetessa dei Navigli, che celebra l’intero universo femminile.

 

La tragica fine

Il 25 novembre del 1960, mentre le sorelle Mirabal si recavano in auto al carcere della città di Puerto Plata dove i rispettivi mariti erano stati trasferiti, vennero intercettate dagli agenti del servizio segreto militare di Trujillo. Catturate e condotte in una piantagione di canna da zucchero le sorelle vennero violentate e brutalmente bastonate finchè non si decise di strangolarle. Con loro venne ucciso anche l’autista dell’automobile. I loro corpi martoriati, infine, vennero risistemati nel veicolo che poi fu spinto lungo un dirupo per simulare un incidente. Con la loro eliminazione, Trijullo credette di aver risolto in parte il problema, ma il popolo, disgustato dall’atto, insorse e il dittatore venne ucciso nel 1961.

La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare in quel giorno attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne. La violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani.

Photo Credit: WikiMedia Commons, Barnaby David

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata