FOTOGRAFIA - I nomi dei vincitori

World Press Photo 2015, ecco i fotografi italiani premiati

Ieri sono stati annunciati i vincitori del World Press Photo of the Year, il più prestigioso premio fotografico al mondo. Il premio è andato al danese Mads Nissen per lo scatto di una giovane coppia gay in Russia...

MILANO – Ieri sono stati annunciati i vincitori del World Press Photo of the Year, il più prestigioso premio fotografico al mondo. Il premio è andato al danese Mads Nissen per lo scatto di una giovane coppia gay in Russia. “La foto vincitrice doveva avere un potenziale e un impatto da poter diventare un’icona” ha spiegato Michelle McNally, vicedirettore del New York Times, che presiedeva la giuria internazionale. Tra i premiati molti italiani, tra cui il fotoreporter Andrea Rocchelli ucciso in maggio in Ucraina.

 
I FOTOGRAFI ITALIANI PREMIATI – Andy Rocchelli, Paolo Verzone, Massimo Sestini ma anche Michele Palazzi, Gianfranco Tripodo, Fulvio Bugani, Giovanni Troilo, Giulio Di Sturco, Turi Calafato, Paolo Marchetti: undici gli italiani fra i premiati della cinquantottesima edizione del World Press Photo Contest. Autori in gran parte giovani, che hanno realizzato storie straordinarie in ogni parte del pianeta: a Lampedusa, in Cina, in Mongolia, in Russia, in Marocco.

 
GLI SCATTI – Il numero di italiani sottolinea l’eccellente qualità del fotogiornalismo italiano capace di realizzare storie che con molta probabilità l’attuale debolezza dell’editoria periodica non ci consentirà di apprezzare come meriterebbero. Premiato Andy Rocchelli, secondo premio nella categoria “Ritratti Stories”, il giovane fotografo ucciso in Ucraina il 24 maggio scorso da colpi di mortaio vicino a Sloviansk, l’ex roccaforte dei filorussi. Secondo premio della sezione “General News”, per la foto scattata nel luglio 2014 “Operazione Mare Nostrum” di Massimo Sestini che documenta il dramma dell’immigrazione. Sulla barca sono stipate circa 500 persone che, contemporaneamente, sentendo il rumore dell’elicottero su cui viaggia il fotografo, alzano lo sguardo verso il cielo. Scampate alla morte, sognano di potersi costruire un futuro in Europa. Giovanni Troilo si aggiudica il primo premio “Contemporary Issues Stories” per i tetti di Charleroi in Belgio. Lo scatto di Paolo Verzone per l’agenzia Vu è terzo nelle “Portraits stories”. Paolo Marchetti vince il terzo premio per “Nature Morte” con i rettili sgozzati in un allevamento abusivo in Colombia.

 
Gianfranco Tripodo vince il terzo premio “General News” con la foto di un migrante nascosto sotto un’auto dopo aver oltrepassato il confine, mentre Turi Calafato si aggiudica il terzo premio “Daily Life” per un’intensa immagine scattata a Nagoya. Premiato Giulio di Sturco con il secondo premio “Contemporary Issues Stories” con un’immagine di studios cinesi, e il terzo premio a Fulvio Bugani per “Waria”. Infine, Michele Palazzi vince il primo premio “Daily Life Stories” per gli scatti di vita in Mongolia.

 

 
13 febbraio 2015

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti