Paura nella metropolitana russa

Russia, due bombe nella metropolitana di San Pietroburgo

Russia. Secondo quanto riporta Ria Novosti, le stazioni interessate dalle esplosioni sarebbero Sennaya Ploshchad e Teknologicheskiy Insitut

MILANO – Vagoni sventrati e la Russia nel terrore. Secondo quanto riporta l’Ansa, c’è stata una esplosione nella linea blu nella metropolitana di San Pietroburgo. L’esplosione, secondo l’agenzia Interfax, sarebbe stata provocata da ordigni artigianali con circa 200-300 grammi di tritolo. Secondo la Tass, dieci persone sono rimaste uccise e cinquanta ferite. Un ordigno inesploso è stato rinvenuto in un’altra stazione, quella di Ploshchad Vosstaniya.

METROPOLITANA – Le foto pubblicate sui social media mostrano un vagone della metro sventrato e corpi sulla banchina. Secondo quanto riporta Ria Novosti, le stazioni interessate dall’esplosione sarebbero Sennaya Ploshchad e Teknologicheskiy Insitut. Tutte le fermate sono state chiuse. Sono in corso le operazioni di evacuazione. Vladimir Putin, il presidente russo, si trova a San Pietroburgo ed è stato informato dell’accaduto dai servizi di sicurezza. Ancora non si sa chi siano i responsabili dell’accaduto. Putin ha fatto le condoglianze alle vittime e ha detto che le indagini sono in corso: “non escludiamo nessuna pista, né quella criminale né quella terroristica”.

PHOTO CREDITS: Ansa

© Riproduzione Riservata
Commenti