Salone Internazionale del libro

Presentata la 27a edizione del Salone Internazionale del libro di Torino

Sarà un Salone molto ricco, un'edizione che sfida la crisi del libro e della libreria - ma non della lettura, come ricorda il direttore Ernesto Ferrero - mettendo in campo tutto il peso di una lunga tradizione di successi...

Si è svolta martedì la conferenza stampa di presentazione della 27a edizione del Salone Internazionale del Libro che si terrà al Lingotto di Torino dal’8 al 12 maggio

MILANO – Sarà un Salone molto ricco, un’edizione che sfida la crisi del libro e della libreria – ma non della lettura, come ricorda il direttore Ernesto Ferrero – mettendo in campo tutto il peso di una lunga tradizione di successi. Dall’idea di Bene comune a quella (cara a Primo Levi) del lavoro «fatto bene», il Salone internazionale del libro sceglie per la 27° edizione, che si apre al Lingotto giovedì 8 maggio fino al 12,  un tema conduttore impegnativo. Susanna Tamaro sarà la madrina dell’edizione 2014, in lei il Salone Internazionale del Libro riconosce la fedeltà a un’idea di letteratura sorretta da una forte ispirazione etica e più forte di ogni incomprensione. Vi presentiamo alcune delle novità per questa edizione 2014.

BENE IN VISTA – È il Bene il motivo conduttore del Salone Internazionale del Libro 2014. Di fronte a una crisi globale che è anzitutto morale e culturale, diventa urgente la necessità di ridefinire le regole del gioco, di provare a disegnare un catalogo di valori, esperienze, sensibilità di segno positivo, da cui provare a ripartire. Non discorsi astratti, ma un’agenda di cose da fare. E da fare bene, al meglio possibile.

OSPITI DEL SALONE – Tra gli ospiti nazionali di questa edizione citiamo  Massimo Cacciari, Giuliano Ferrara e Piergiorgio Odifreddi che racconta i momenti salienti della scienza partendo dal poema di Lucrezio, primo grande «manifesto», per arrivare a Newton navigando tra fisica, biologia, arte e letteratura. Claudio Magris, Massimo Gramellini e Angela Terzani.  Aldo Cazzullo, Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo. Ferzan Ozpetek rievoca le magie della Istanbul della sua giovinezza con Luciana Littizzetto. Francesco Guccini ci fornisce un nuovo «dizionario delle cose perdute», Michele Serra e Francesco Piccolo dialogano sul rapporto padri/figli e su passioni, illusioni e delusioni politiche. Walter Veltroni, Eugenio Scalfari che festeggia i 90 anni con il suo coinvolgente Racconto autobiografico. Giovanni Floris esordisce nella narrativa con un romanzo di formazione. Vittorio Feltri. Philippe Daverio racconta da par suo la grande arte veneta, e Vittorio Sgarbi ci fa riscoprire i tanti tesori dimenticati dell’arte italiana. Oscar Farinetti, Luis Sepúlveda. Infine si conclude al Salone la lunga avventura di Masterpiece, il format che ha cercato di portare in tv il travaglio della scrittura. Con il vincitore Nikola P. Savic e la finalista Raffaella Silvestri, i giurati Andrea De Carlo, Giancarlo De Cataldo e Taye Selasi, coordinati da Massimo Coppola.

OSPITI INTERNAZIONALI – Tra gli ospiti internazionali, Ildefonso Falcones, maestro del romanzo storico, l’americano SteveMcCurry, un maestro del reportage fotografico, è un narratore per immagini che ci ha consegnato immagini indimenticabili, come quella della ragazza afgana che ci guarda dalla copertina del National Geographic. Joe R. Lansdale va il Premio Mondello Internazionale assegnato da Niccolò Ammaniti. Serge Latouche, presenta la nuova collana dedicata ai fondatori di questa teoria. Tra i narratori, la spagnola Clara Sánchez, solidamente assestata nelle classifiche dei best-seller.

SANTA SEDE COME OSPITE D’ONORE – La Santa Sede sarà presente al Salone Internazionale del Libro con un grande stand nel terzo padiglione del Lingotto. Fra i pezzi più pregiati sono esposti i manoscritti originali dell’Inferno dalla Divina Commedia di Dante Alighieri con le illustrazioni di Sandro Botticelli e un’Iliade di Omero in greco con testo latino a fronte. Fra gli autografi, una lettera del 10 agosto 1848 di Carlo Alberto re di Sardegna a papa Pio IX; una lettera del 20 luglio 1859 di Camillo Benso conte di Cavour a monsignor Gaetano Tortone, reggente della Nunziatura Apostolica in Torino; una lettera dell’8 settembre 1870 di Vittorio Emanuele II a papa Pio IX e una lettera del 29 ottobre 1876 di san Giovanni Bosco a Pio IX. Inoltre sculture e frammenti marmorei dei Musei Vaticani e volumi con illustrazioni artistiche dalla Collezione di Arte contemporanea del Vaticano. L’Ufficio Filatelico e Numismatico Vaticano ha inoltre realizzato l’emissione filatelica di un francobollo appositamente dedicato al Salone.

OFFICINA. EDITORIA DI PROGETTO – Al Salone 2014 il Padiglione 1 diventa Officina. Editoria di Progetto. Per Officina s’intende tutto ciò che concorre alla creazione e alla diffusione del libro in Italia: dagli autori ai lettori passando per editori, traduttori, redattori, librai, distributori. Quello dell’Officina è un programma pensato per mettere in risalto la qualità di quel segmento dell’industria editoriale che produce libri con la passione e la sapienza dell’artigiano.  Il pubblico potrà conoscere di persona i protagonisti dell’Editoria Indipendente attraverso una serie di appuntamenti con gli stessi editori e con i Mestieri del Libro: dove i professionisti che concorrono alla nascita e alla diffusione di un testo illustreranno la qualità di un modo di fare editoria per molti aspetti ancora artigianale, frutto di cura, passione e ricerca.

BOOKSTOCK VILLAGE  – Per l’ottavo anno torna al Padiglione 5 il Bookstock Village, la grande area del Salone Internazionale del Libro di Torino dedicata in particolare a bambini e giovani da 0 a 20 anni, ma che rivolge la sua programmazione a tutto il pubblico. In questa edizione: riflettori puntati sull’Europa, sull’etica spiegata ai ragazzi, sulle opportunità del clouding e… novità: fumetti e graphic novel, tra i settori più vivaci dell’editoria nazionale. Il cuore del Village sono gli otto laboratori che propongono attività per tutti, bambini e adulti. Sul fronte dell’editoria digitale per ragazzi torna il DigiLab, il laboratorio che permette al pubblico di scoprire e sperimentare le novità dell’editoria non cartacea. Il BookBlog, il giornale online realizzato dai giovani, festeggia i suoi cinque anni di vita con una nuova veste grafica che coniuga bellezza e semplicità.

17 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti