Lotta alla mafia, il Premio Falcone Borsellino 2013 va alla criminologa Roberta Bruzzone

Il Premio Falcone Borsellino dell’Università LIUC di Castellanza per l'impegno nella lotta alla mafia sarà conferito quest'anno alla psicologa forense e criminologa Roberta Bruzzone...
Il riconoscimento, promosso dall’istituto Giuridico di Ricerca Comparata di Pontremoli e dal Libero Istituto Universitario “Carlo Cattaneo”, verrà consegnato venerdì 15 novembre durante una serata a Villa Recalcati a Varese
MILANO – Il Premio Falcone Borsellino dell’Università LIUC di Castellanza per l’impegno nella lotta alla mafia sarà conferito quest’anno alla psicologa forense e criminologa Roberta Bruzzone, nel corso di una serata che si terrà venerdì 15 novembre a Villa Recalcati a Varese.
L’IMPEGNO NELLE SCIENZE CRIMINOLOGICHE – Il premio avrebbe dovuto essere assegnato a Capitano Ultimo [il carabiniere Sergio De Caprio, famoso per aver arrestato Totò Riina nel 1993 – N.d.R.], che per motivi di sicurezza personale ha però preferito declinare – gli verrà pertanto conferito in un luogo di sua scelta da definirsi.
Gli organizzatori hanno deliberato di conferire il Premio Falcone Borsellino a Roberta Bruzzone, per la corposa attività scientifica e divulgativa nelle scienze criminologiche, quale imprescindibile ausilio alle attività di indagine.
ROBERTA BRUZZONE – Roberta Bruzzone, laureata in psicologia clinica, è psicologa forense, criminologa, criminalista, analista della scena del crimine, esperta in Scienze Forensi, docente presso gli Istituti di Formazione della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri. È consulente tecnico forense ed ambasciatrice del Telefono Rosa Onlus. È autrice di diverse trasmissioni televisive tra cui “La scena del crimine” e “Donne mortali” di cui è anche conduttrice. Dal 2013 è docente e direttore scientifico del master in Criminologia Investigativa, Scienze Forensi e Analisi della Scena del Crimine presso l’Università degli Studi Niccolò Cusano. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: “Manuale Investigativo degli abusi sui minori”, Nuovo Studio Tecna Edizioni 2006, “Chi è l’assassino – Diario di una criminologa”, Mondadori 2012, e “Segreti di famiglia – Il delitto di Sarah Scazzi”, Aracne Editrice 2013.
IL PREMIO – Il Premio Speciale “G. Falcone P. Borsellino”, promosso dall’istituto Giuridico di Ricerca Comparata di Pontremoli e dal Libero Istituto Universitario “Carlo Cattaneo” di Castellanza, viene annualmente conferito a un personaggio impegnato nella lotta contro la mafia.
In collaborazione con gli Amici di Piero Chiara, è stato conferito nel 2010 a Roberto Maroni, nel 2011 a Pietro Grasso, nel 2012 a Michele Cucuzza.
A introdurre la serata di venerdì e a consegnare il premio sarà Alfredo Bassioni, Direttore dell’Istituto Giuridico di Ricerca Comparata di Pontremoli e promotore del Premio Internazionale “G. Falcone – P. Borsellino” giunto alla XVII edizione. 
7 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti