Le anteprime di Pordenonelegge

Pordenonelegge 2013 è anche la vetrina delle novità, quest’anno particolarmente importanti e numerose, nazionali ed internazionali...

PORDENONE – Pordenonelegge 2013 è anche la vetrina delle novità, quest’anno particolarmente importanti e numerose, nazionali ed internazionali. Fra le grandi anticipazioni del festival spicca Martin Amis che sarà premiato per “La storia in un romanzo”  e che presenterà in prima nazionale “Lionel Asbo. Lo stato dell’Inghilterra” , entrambi editi da Einaudi. Sabato 21 settembre l’autore incontrerà il pubblico e racconterà la sua ultima fatica letteraria. 

 

NOVITA’ STRANIERE – Lo scrittore spagnolo Arturo Pérez-Reverte, già vincitore della prima edizione del Premio FriulAdria, entra ufficialmente nel catalogo Rizzoli  con “ Il tango della vecchia guardia”, storia di un amore come il tango – ambiguo e tormentato, sensuale e travolgente –  con cui il grande autore spagnolo si presenta in anteprima a pordenonelegge (sabato 21 settembre) in dialogo con Luca Crovi.  Sarà un’anteprima assoluta anche quella di Ildefonso Falcones l’autore anticiperà infatti il suo romanzo “La danzatrice scalza” (Longanesi)  in uscita a novembre, ed è attesissimo l’autore cinese Yan Lianke, voce pluripremiata quanto censurata nel suo Paese, a pordenonelegge col nuovo romanzo Nottetempo “Pensando a mio padre”. John Banville, vincitore del Bookprize 2006 sarà al festival con il nuovo romanzo “Un’educazione amorosa” (Guanda), e il giallista danese Jussi Adler-Olsen, tornerà in libreria per Marsilio, con “Il messaggio nella bottiglia”,  in anteprima al festival domenica 22 settembre. In prima nazionale ancora: per Feltrinelli l’autrice francese Maylis De Kerangal con “Nascita di un ponte”, per Piemme Dina Nayeri con “Tutto il mare fra di noi” e per Voland l’autore ucraino Aleksej Nikitin con “Istemi”, un giallo che racconta le contraddizioni dell’Ucraina contemporanea.

 

FORMULA INEDITA – In anteprima anche una formula inedita di collaborazione tra Feltrinelli e le case editrici indipendenti italiane, in questo caso Nottetempo con lo scrittore italo – argentino Adrián Bravi che presenterà “L’albero e la vacca” in uscita per INDIES. In prima nazionale per Feltrinelli approda a pordenonelegge l’autrice francese Maylis De Kerangal: “Nascita di un ponte”, in uscita il 4 settembre, racconta un immaginario West contemporaneo ai margini della giungla e della storia E un’altra voce femminile, quella dell’autrice iraniana Dina Nayeri, intreccerà le trame di un doppio destino per due gemelle, che si ritroveranno con “Tutto il mare fra di noi”, una in un villaggio dell’Iran sconvolto dalla rivoluzione khomeinista e l’altra negli Stati Uniti.  In libreria per Piemme da inizio settembre, è il fortunato romanzo d’esordio della scrittrice, un caso editoriale tradotto e venduto in 20 Paesi.

NOVITA’ MADE IN ITALY – In uscita in settembre, ma in anteprima a pordenonelegge, il nuovo libro di Antonio Pascale, “Le attenuanti sentimentali” (Einaudi) e l’ultima fatica letteraria di Diogo Mainardi, scrittore e giornalista brasiliano:,“La caduta”, che sarà presentato al festival in forma di reading.  Sempre per Rizzoli uscirà anche il romanzo del poeta friulano Pierluigi Cappello, “Questa libertà”, un itinerario della memoria. Sono tre le novità firmate da Sperling&Kupfer, in prima a pordenonelegge 2013: “Il romanzo dei Windsor. Amori, intrighi e tradimenti in trecento anni di favola reale” è la nuova prova d’autore del giornalista Antonio Caprarica, mentre Sveva Casati Modignani sarà intervistata da Gloria De Antoni sul nuovo romanzo “Palazzo Sogliano”  e le autrici venete Lorenza Stroppa e Flavia Pecorari, in arte Bianca Leoni Capello, presenteranno  la saga fantasy “Dark Heaven. L’abbraccio dell’angelo”.  Sul versante dei nuovi narratori italiani, pordenonelegge racconta il secondo romanzo di Claudia Durastanti, “A Chloe, per le ragioni sbagliate” (Marsilio), mentre  “Il principio passione”, edito Garzanti, è il titolo del nuovo saggio del teologo Vito Mancuso, in prima al festival. Sui temi della nuova economia “sostenibile”, l’agroeconomista Andrea Segrè presenterà il nuovo rapporto “Libro verde dello spreco: l’energia”, (Edizioni Ambiente) mentre sono due le proposte di Ediciclo editore: “Balkan circus” di Angelo Floramo e “Il deserto negli occhi”, amarcord del ‘Tuareg’ Ibrahim Kane Annour. Infine, pordenonelegge diventa editore con Natalino Balasso e Il libro del scritore, prima raccolta dei testi di un personaggio creato dallo stesso Balasso sul web – il Scritore – acquistabile solo nei giorni del festival.  

 

Alessandra Pavan

 

10 settembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti