La cultura in questo Paese non avrà mai pace

Scianna, Salgado, Capa ed Erwitt non hanno più casa a Milano. L'annuncio della chiusura della Fondazione Forma ci lascia senza parole e non può che generare in tutti noi molta rabbia...
L’annuncio della chiusura dello Spazio Forma di piazza Tito Lucrezio Caro a Milano ci lascia senza parole. Un luogo protagonista di mostre fotografiche di eccellenza che hanno fatto storia in Italia chiude i battenti, lasciando un vuoto incolmabile per chi ama questa forma d’arte e la cultura in generale. Lanciamo un appello a tutte le Istituzioni e agli amanti della cultura affinché si possa riaprire e dare un futuro ad uno Spazio che merita di vivere per sempre.
Scianna, Salgado, Capa, Erwitt non hanno più casa a Milano. L’annuncio della chiusura dello Spazio Forma di piazza Tito Lucrezio Caro ci lascia senza parole e non può che generare in tutti noi molta rabbia. Fortunatamente, secondo le dichiarazioni di Roberto Koch, Forma non cesserà, anzi amplierà la sua attività in altre sedi. Ma è inconcepibile che in una città come Milano una Fondazione che per molti anni ha regalato ai milanesi, e non solo, emozioni uniche, grazie ad una miriade di mostre fotografiche con protagonisti i più grandi maestri della fotografia al Mondo, si trovi orfana del suo Spazio. Colpisce, altresì, che le Istituzioni politiche di questa Città, Provincia e Regione, non abbiano fatto niente affinché ciò non accadesse. Lo stesso possiamo dire per la miriade di Fondazioni e aziende che in questa città sono presenti e protagoniste, le quali non hanno alzato un dito a per evitare ciò che noi riteniamo un vero danno all’immagine di Milano e dell’Italia in generale. 
Vorremmo evitare ogni forma di equivoco e qualsiasi dietrologia riguardo alle nostre affermazioni, così come qualsiasi contaminazione politica. Ciò che ci motiva è solo l’amore per la fotografia d’autore e la cultura in generale. Libreriamo, vogliamo sempre ricordarlo, nasce per sostenere la lettura, i libri (molti dei quali hanno protagonista la fotografia d’autore) e la cultura, nella considerazione del fatto che la nostra Italia è indietro su questo versante (e non solo) da molti punti di vista.
Ciò che noi vogliamo affermare è che Milano ha bisogno di uno Spazio dedicato alla Fotografia d’Autore: ne esiste già uno e va sostenuto in qualsiasi modo. Ci permettiamo di far notare che stiamo andando verso Expo 2015 e immaginiamo che saranno in molti a visitare Milano e l’Italia provenienti da ogni parte del Pianeta. Uno Spazio Forma si inserisce bene nelle proposte che la città può offrire ai visitatori, anzi può diventare un motivo di orgoglio e se gestito bene anche di business.
Detto ciò invitiamo politici e imprenditori a riflettere su queste considerazioni. Così come è nostra volontà lanciare un appello agli amanti della cultura affinché diano una chiara manifestazione del proprio dissenso riguardo alla volontà/necessità di chiudere lo Spazio Forma.
Saro Trovato 
26 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti