In tutela dei librai indipendenti

Francia, approvata legge ‘anti-Amazon’ contro sconti eccessivi sulla vendita online dei libri

Il parlamento francese ha adottato oggi in via definitiva, con l'ultimo voto del Senato, la cosiddetta 'legge anti-Amazon' sul prezzo dei libri venduti via Internet...

MILANO – Il parlamento francese ha adottato oggi in via definitiva, con l’ultimo voto del Senato, la cosiddetta ‘legge anti-Amazon’ sul prezzo dei libri venduti via Internet, che vieta il cumulo tra la consegna gratuita e lo sconto addizionale del 5%. Il testo, presentato dall’opposizione di centrodestra ma sostenuto anche dalla maggioranza, punta ad evitare che i giganti dell’e-commerce, come Amazon, soffochino i piccoli venditori di libri con prezzi eccessivamente ridotti.

TUTELARE I LIBRAI INDIPENDENTI – L’emendamento modifica, integrandola, la famosa legge del 1981 sul prezzo unico del libro, voluta dall’allora ministro della Cultura Jack Lang. Tale legge prevede che l’editore fissi il prezzo di un libro nuovo e che i librai possano venderlo con uno sconto massimo del 5 per cento. L’obiettivo era, e resta, quello di tutelare i librai indipendenti rispetto al possibile dumping di librerie che fanno capo a una casa editrice, appartengono a una catena o si trovano in un centro commerciale.

LA SITUAZIONE FRANCESE – La Francia gode di una delle reti librarie più capillari al mondo, con circa 3.500 librerie tradizionali (di cui 600-800 indipendenti), contro 1.000 in Gran Bretagna. In un’intervista a Le Figaro, il numero 1 di Amazon France, Romain Voog, ha detto che la sua società non fa concorrenza diretta alle librerie, ma propone invece un’offerta complementare.

28 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti