Festa dei Lettori 2013, le giornate dedicate ai booklover d’Italia

Si celebra oggi la giornata clou della Festa dei Lettori 2013, un appuntamento annuale ricco e variegato di iniziative dedicate alla lettura che proseguirà fino a domenica 6 ottobre...
In 48 comuni pugliesi e in altri comuni italiani sono previsti incontri con gli autori e iniziative dedicate alla lettura che proseguiranno fino a domenica 6 ottobre
 
MILANO – Si celebra oggi la giornata clou della Festa dei Lettori 2013, un appuntamento annuale ricco e variegato di iniziative dedicate alla lettura che proseguirà fino a domenica 6 ottobre. La rassegna, nata nel 2004, è promossa dalla Regione Puglia, Assessorato al Mediterraneo, in collaborazione con l’Associazione Presidi del Libro e vede tenersi incontri, presentazioni e spettacoli in 48 comuni pugliesi e in contemporanea nel resto d’Italia. 
 
IL TEMA DI QUEST’ANNO, L’ISOLA – Dal Piccolo Principe, il tema che ha guidato la scorsa edizione, si passa quest’anno a quello dell’“isola”. Si tratta di un tema fecondo che si pone quale fulcro centrale da cui far partire tanti raggi ideali, ciascuno dei quali rappresenta una declinazione del tema stesso. L’isola del tesoro, L’isola che non c’è, L’isola del mistero, o ancora L’isola di Arturo e L’isola delle farfalle sono solo alcune delle molteplici possibilità cui la Festa dei Lettori 2013 si presta. Ma l’isola è anche un luogo di discussione e confronto, e diviene così un pretesto per sviluppare, secondo le varie esigenze e inclinazioni, una politica di promozione dei libri e della lettura. Il libro è, dunque, un’isola di carta non solo in senso fisico, ma anche metaforico. Le isole, inoltre, possono unirsi per affinità tematiche diventando arcipelaghi.
 
PORTICI DI CARTA A TORINO – Nella creazione di un arcipelago di isole di carta, la Festa dei Lettori 2013 si gemella con un’altra iniziativa analoga, la kermesse Portici di carta, che dall’inizio è stata una delle iniziative della Festa dei Lettori e che quest’anno si svolgerà a Torino il 5 e 6 ottobre. Oltre due chilometri di portici diventeranno una grande libreria all’aperto, con la partecipazione di oltre 120 tra librerie indipendenti, antiquarie e remainder, circa 30 case editrici piemontesi e 30 maîtres chocolatiers. Tra le iniziative, le “Passeggiate letterarie” in collaborazione con le circoscrizioni, le biblioteche civiche e l’Università di Torino, e la “Lotteria parte in libreria”, per la quale saranno messe in palio 14 biciclette che potranno essere vinte da tutti gli acquirenti di almeno un volume. Il biglietto di partecipazione darà comunque la possibilità di usufruire di uno sconto del 10 per cento per tutto il mese di ottobre nella libreria che ha emesso il tagliando stesso. 
 
I PROTAGONISTI – Tra i numerosi protagonisti degli appuntamenti in programma per la Festa del libro ci sono lo scrittore Donato Carrisi, oggi all’Itituto O. Flacco di Castellaneta (Taranto), la giornalista Maria Cuffaro, che dialogherà con i ragazzi del liceo Cartesio di Cellamare (Bari) sul suo libro “Kajal. Le vite degli altri e la mia”, e Luciano De Crescenzo, che oggi racconta il suo ultimo libro “Garibaldi era comunista. E altre cose che non sapevate dei grandi della storia” ai ragazzi del liceo di Marcianise (Caserta). E ancora la scrittrice Rossella Milone, l’autore pugliese Marcello Introna, l’illustratore e autore per ragazzi Antonio Ferrara.
 
LA COLLABORAZIONE CON SCUOLE E BIBLIOTECHE – La tradizionale formula dell’incontro con l’autore vedrà, in tutta Italia, numerosi scrittori dialogare e confrontarsi sulle loro opere non solo con editori e giornalisti, ma anche con lettori e studenti delle scuole di ogni genere e grado. In Puglia, anche per l’edizione 2013, la Festa ha infatti ricevuto il patrocinio e la collaborazione del MIUR Ufficio Scolastico Regionale. In tal modo le scuole e i loro studenti, parte attiva della Festa, saranno il palcoscenico e i protagonisti di letture animate, seminari, spettacoli teatrali, giochi e mostre che educhino al piacere della lettura. Accanto alle scuole hanno collaborato attivamente all’organizzazione della Festa anche numerose biblioteche, chi si pongono quali luoghi aperti di scambio e incontro per coloro che condividano la passione per i libri. 
 
LE ATTIVITÀ ALL’APERTO – La Festa dei Lettori va anche en plein air, diventando lo spunto per letture condivise negli angoli più suggestivi di città e paesi, o per racconti che aiutino a scoprire e valorizzare le piazze, i monumenti, le chiese, gli edifici e gli angoli nascosti del territorio, ma anche la coscienza civica. Le attività all’aperto, da svolgersi in vicoli e piazze, prevedono inoltre flash-mob e book-crossing, esperienze dal forte impatto mediatico e ormai diventate buona pratica della Festa. Strettamente legato alle attività all’aperto è il tema ecologico: la lettura diventa momento di riflessione e confronto comune sui temi e le emergenze dell’ambiente.
 
LA RACCOLTA DI LIBRI PER LAMPEDUSA – La stessa sensibilità ha portato a dedicare particolare attenzione alla realtà di Lampedusa, l’isola che c’è e che non ha ancora né una libreria né una biblioteca. Condizione condivisa da Gela, città in cui si è costituito l’ultimo nato dei presìdi e che, insieme ad altri presìdi di Puglia e fuori di Puglia, contribuirà, in occasione della Festa, alla raccolta di libri da inviare a Lampedusa. 
 
28 settembre 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti