Codice a sbarre, a Firenze 4 giorni dedicati alla libera editoria nazionale

Da ieri sera, nel capoluogo toscano, in occasione della Notte Bianca delle librerie italiane, all’interno dello spazio culturale polivalente delle Murate, (rione di Santa Croce), è stata inaugurata la prima edizione di “Codice a sbarre”, quattro giornate all’insegna della libera circolazione delle idee dove sono stati invitati a partecipare quaranta case editrici di primo piano da tutta Italia...

FIRENZE – Da  ieri  sera,  nel  capoluogo  toscano,  in occasione  della  Notte Bianca  delle librerie italiane, all’interno  dello  spazio  culturale  polivalente   delle  Murate,  (rione di Santa Croce),  è  stata inaugurata  la prima  edizione  di   “Codice a  sbarre”,   quattro  giornate  all’insegna della   libera  circolazione delle idee  dove  sono  stati   invitati a partecipare  quaranta  case editrici di primo piano da tutta Italia,  alla presenza di  scrittori emergenti,  critici,  giornalisti,  ma  anche operatori  e professionisti  della carta stampata,  quali  rilegatori,  illustratori, decoratori  e  creativi  in  genere.  Con  il  sostegno  del  Comune di Firenze,  questa  iniziativa  è  stata  ideata  e promossa   da  vari  soggetti:  in  primis,  dal  “Caffè Letterario”,   dalla  casa  editrice  fiorentina   “Nardini” (nata  nel  1970),  e  dallo   “Sportello   EcoEquo e Solidale”,   che  proprio  nel  plesso   delle  “Murate”  (ingresso da  Via Ghibellina e  da  Via dell’Agnolo) stabilmente  hanno la  loro  sede operativa. “A  fronte di  una  profonda  crisi  attraversata attualmente  dal  settore  librario,  e considerando  che  nel  giro  di  pochi anni  a  Firenze  sono state già  chiuse ventotto librerie storiche – spiega  Claudio Aita (Amministratore delegato delle edizioni  Nardini) – insieme ad altri  abbiamo deciso  di  organizzare  questo evento  letterario  che  è   sicuramente  mirato ad incentivare   la  lettura  in  Italia.   Idea   degli organizzatori   è   quella  di  far  diventare  il   plesso  fiorentino   delle Murate  una  vera  e  propria  cittadella  del   libro, e  magari,  far  si che  “Codice a sbarre”  possa  essere un appuntamento  annuale  permanente,  così  da  garantire  maggiori  occasioni per il rilancio e  la   diffusione  dei   prodotti   editoriali   made  in  Italy.

 
LEGGERE  RENDE  LIBERI – per tutta la durata di questa nuova fiera libraria,  dal 21 al 24 giugno,  negli spazi esterni e nelle sale  interne   delle Murate,  dove   sono stati  allestiti   molti   stand  con   la  vendita  di  migliaia di  e-book,  audio libri  e  di  volumi  cartacei  (saggi, romanzi,  fiabe, ecc.) eccezionalmente offerti  a prezzi scontatissimi, avranno luogo  innumerevoli   eventi:  presentazioni   di   libri, (alla presenza degli autori e degli editori),  oltre a   seminari,  mostre  espositive,   laboratori  a mano libera di scrittura e disegno per  bambini   e adulti,   e  poi,  concerti  e  spettacoli.   Fra   gli  eventi,  tutti  ad ingresso libero, segnaliamo che  all’interno del  Bookstore  Nardini,  prima libreria  interamente dedicata ai Beni  culturali,  (aperta  ogni di  fino a  mezzanotte)  avranno luogo  varie  iniziative  editoriali :  in particolare, sabato   22  giugno (ore 17)  sarà  presentato  l’e-book  sul   tema   “Il restauro della fotografia”;  domenica   23  giugno  (ore  17)  sarà  la  volta del   libro  storico  “Ottanta  anni  alle Murate”; mentre  lunedì   24  giugno   sarà  lanciata  la  novità   di  “Mezzanotte e quattro”: un volume che   vuole  raccontare   le  notti fiorentine in modo  divertente,  così come sono state  vissute da  alcuni   noti   personaggi.   

 
LETTURE  ECOLOGICHE  E  SOLIDALI – Nell’ambito  di  queste quattro  giornate dell’editoria emergente, ampio spazio  è stato  riservato  anche alle tematiche  ambientali  e  presso la Biblioteca  dello  Sportello  EcoEquo saranno presentati alcuni progetti  eticamente sostenibili e letture animate per  l’infanzia.   Fra gli  incontri  con  autori  ed   esperti,  segnaliamo che  domenica 23 giugno (ore 15) avrà luogo un incontro sul tema “l’ editoria e il digitale, dal blog al self-publishing”; alla Sala delle Vetrate,  sempre il 23 giugno (ore 21) sarà presentato il  testo “Rifiuti zero, una rivoluzione  in  corso”, a  seguire,  un  workshop e  il documentario di  Annie Leonard  “La storia  delle cose”.   Nel pomeriggio di domenica sarà visionabile  il filmato “Vivere in cohousing”, una particolare forma di convivenza abitativa già diffusa in alcuni Paesi europei.  Nello stesso contesto, lunedì  24  giugno (ore 11), per le edizioni Ediciclo,  alla  presenza dell’autore  Walter Bernardi sarà discusso  il libro  “La filosofia va in bicicletta. Socrate, Pantani e altre fughe”.  Ancora domenica, Ascanio Celestini presenta “Pro Patria” ed. Einaudi; mentre (alle ore 18) avrà invece luogo l’incontro con gli autori del volume  edito da Terranova,  “100 modi per cambiare vita e vivere felici”.  

Cristina Fontanelli

22 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti