Book Therapy, il modo migliore per ricaricare le pile durante le vacanze natalizie

Aiuta a rilassarsi ed a viaggiare con la fantasia, tiene la mente leggera ma allo stesso tempo allenata, risveglia la fantasia e l’immaginazione, trasmette positivita’. Secondo 7 esperti su 10, leggere rappresenta l’attivita’ ideale per trascorrere le prossime vacanze di Natale. Si tratta della Book Therapy...

Per rigenerarsi in vista del novo anno, gli esperti consigliano di leggere libri e letture che rilassino la mente e risveglino la fantasia e l’immaginazione. Arriva la Book Therapy, il modo migliore per passare le ferie natalizie attraverso letture di qualita’

 

MILANO – Aiuta a rilassarsi ed a viaggiare con la fantasia, tiene la mente leggera ma allo stesso tempo allenata, risveglia la fantasia e l’immaginazione, trasmette positivita’. Secondo 7 esperti su 10, leggere rappresenta l’attivita’ ideale per trascorrere le prossime vacanze di Natale. Si tratta della Book Therapy, il modo migliore per rigenerarsi da un anno impegnativo e stressante, attraverso letture di qualita’. Psicologi, critici e addetti ai lavori concordano nell’affermare che leggere romanzi d’avventura (33%), rosa (28%), di fantasia (20%) legate al benessere (19%) e saggi d’attualita’ (16%) permette di recuperare il buonumore (41%), aiuta a staccare la spina dallo stress quotidiano (31%) e a prepararsi al nuovo anno che sta per iniziare (27%).

 

BISOGNO DI EVASIONE – Chiusi gli ultimi impegni lavorativi di questo 2013, l’inizio delle vacanze natalizie rappresenta per milioni di italiani il momento ideale per staccare la spina e rigenerarsi a cavallo tra un anno e l’altro. ‘Quando il nostro quotidiano preme, quando i carichi lavorativi e l’affanno riempiono le nostre giornate, spesso non vediamo l’ora di avere un po’ di tempo da dedicare ad attività che ci allontanino e ci permettano di ritrovare un equilibrio – Afferma la psicologa e psicoterapeuta Rachele Bindi – Il periodo delle vacanze natalizie si prestano a questo bisogno di evasione, in cui la lettura, come i viaggi e le esperienze fuori contesto, permette una sorta di ‘allontanamento’. La lettura, inoltre, ha un impatto ulteriore sulla totalità dell’individuo: alimenta profondamente la psiche e, come direbbe Hillman, ci aiuta a ‘fare anima’. Il nostro benessere psicologico necessita di attività che compensino le richieste del collettivo legate agli impegni, alle responsabilità, alla performance’.

 

COSA LEGGERE – Cosa fare, quindi, per ricaricare le pile e cominciare nel migliore dei modi il nuovo anno che sta per iniziare? Oltre a dedicare tempo ad amici e parenti e staccare la spina da tutto cio’ che riguarda lavoro e routine quotidiana, 7 esperti su 10 (69%) consigliano di leggere, iniziando magari dal libro che si e’ ricevuto quest’anno come regalo, o magari da quel volume che teniamo poggiato sulla nostra scrivana e, complici stanchezza e il sonno serale, non abbiamo piu’ riaperto. In particolare, i generi maggiormente indicati sono: romanzi d’avventura (31%) rosa (26%) e di fantasia (21%), sono consigliati a chi ha bisogno di sognare e viaggiare con l’immaginazione, in una dimensione fantastica, che riconduce magari all’infanzia e alla spensieratezza di quei tempi. Per i piu’ salutisti, amanti del benessere sia fisico che psicologico, psicologi e addetti ai lavori consigliano libri legati al benessere (19%) e saggi filosofici (16%).

 

PIU’  TEMPO A DISPOSIZIONE – “Durante le vacanze c’è più spazio per fare tutte quelle cose che durante l’anno non si riescono a fare – afferma Michele Cucchi, direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano – il tempo sembra rallentare, ci si può fermare a riflettere, rilassarsi e prendersi cura di sé. Un’attività utile in questo senso è la lettura”. A chi giova maggiormente la Book Therapy? Proprio in questo particolare periodo dell’anno, gli esperti affermano che leggere aiuta soprattutto tutti coloro che vengono da un anno impegnativo e stressante (32%), alle casalinghe per viaggiare con la fantasia e sentirsi meno trascurate (25%) e ai bambini e ragazzi liberi da impegni scolastici (23%).

 

I BENEFICI – Quali sono, quindi, gli immediati effetti di una buona lettura in questo particolare momento dell’anno? Leggere un libro orientato ai propri gusti letterari e di vita aiuta a rilassarsi ed evadere dalla routine quotidiana (44%) a tenere la mente leggera ma allo stesso tempo allenata (32%),  e a prepararsi nel migliore dei modi al nuovo anno che sta per cominciare (23%). Il momento migliore per leggere? Quando si e’ liberi dagli impegni quotidiani, le opportunita’ per leggere sono maggiori: secondo gli e’ esperti e’ possibile dedicare tempo per la lettura soprattutto prima d’andare a letto (27%) leggere un libro dopo pranzi e cenoni  (21%) o prima di uscire la sera (16%).

 

I CONSIGLI DI LETTURA – Ma quali sono i libri più consigliati di questo Natale? La maggioranza (21%) consiglia “Curarsi con i libri”, il libro di Ella Berthoud e Susan Elderkin che tratta proprio come alcuni celebri romanzi e scrittori abbiano delle virtù terapeutiche. Una cospicua percentuale di esperti (15%) consigliano “Gli sdraiati” di Michele Serra, un libro che tratta il tema del rapporto padre-figlio che, proprio durante il periodo di festa, ha modo di potersi consolidare meglio.  C’è chi consiglia libri classici come il celebre “Sandokan” di Emilio Salgari (11%), indicato per chi è alla ricerca di avventure per tutte le età,  e “Orgoglio e Pregiudizio” di Jane Austen (7%), una storia romantica consigliata per chi si sente depresso perché ha perso fiducia nell’amore. Altri libri segnalati dagli esperti sono “Il bordo vertiginoso delle cose” di Gianico Carofiglio, “E’ l’amore che apre gli occhi” di Papa Francesco, “Splendore” di Margaret Mazzantini e, per i più piccoli “Il Natale di Peppa Pig”.

 

27 dicembre 2013

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti