Secondo anniversario di Libreriamo

Antonio Calabrò, ”Grazie a Libreriamo ho incontrato persone che alla lettura dedicano il loro impegno con la giusta cura e il rispetto”

Un uomo è i libri che ha letto, i maestri che ha avuto, gli amici che ha scelto, le donne che ha amato”... Ritrovo, tra le pagine spinose d’un racconto molto personale...

Un uomo è i libri che ha letto, i maestri che ha avuto, gli amici che ha scelto, le donne che ha amato”… Ritrovo, tra le pagine spinose d’un racconto molto personale, tracce d’un tentativo di definizione dell’identità. E i libri sono in primo piano. Così come i maestri, che insegnano con un’originale combinazione di libri, di parole dette e dettate, di gesti, di esempi (narrazione e testimonianza).

Di libri, anche di libri, ho parlato con gli amici e le amiche più cari. E non sono immaginabili le storie d’amore prescindendo dai versi di Eluard, Neruda, Montale, Baudelaire, Kavafis o Prevert (o da certe canzoni molto poetiche…). Non so se sia vero che “tutta la vita è fatta per finire in un libro”. Ma sono perfettamente consapevole che ogni viaggio abbia bisogno d’un racconto e che ogni racconto sia, in fin dei conti, racconto di viaggio.

Vivo, viviamo di parole. E le parole hanno un’anima. E le ali. Insegnano comunque a  volare a chi le scrive, a chi le pubblica, a chi le legge. E finito il viaggio e conquistato l’approdo ognuno nella sua personalissima Itaca (eccolo, un “libro dei libri”), capisco che non sono capace di pensare una casa che non abbia molte librerie alle pareti, una “casa dei libri”, insomma. Si potrebbe continuare a lungo, tra un’invenzione e una citazione, sapendo bene comunque che “citare è già riscrivere”, dare cioè alle parole vita nuova e originale.

E così, giocando con i libri (immaginarli, progettarli, commissionarli, correggerli, editarli, scriverli, comprarli, leggerli, raccontarli… ho fatto anche mestieri e ho seguito passioni di questo tipo, nella mia vita), non posso che essere felice di incontrare persone che ai libri, alla scrittura e alla lettura dedicano il loro impegno, professionale e personale. E lo fanno bene, con la cura e il rispetto che il libro e la lettura meritano. Buon compleanno, allora, cari amici di Libreriamo. Con tutta l’affettuosa gratitudine d’un lettore.

Antonio Calabrò, Senior Vice President Cultura di Pirelli & C. e Direttore della Fondazione Pirelli.

12 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti