L'etologo

Addio a Danilo Mainardi, uno dei più amati etologi italiani

Ci ha lasciati all'età di 83 anni Danilo Mainardi, uno dei più conosciuti e amati etologi italiani. Numerosi sono stati i suoi interventi pubblici
Addio a Danilo Mainardi, uno dei più amati etologi italiani

MILANO – Ci ha lasciati all’età di 83 anni Danilo Mainardi, uno dei più conosciuti e amati etologi italiani. Numerosi sono stati i suoi interventi pubblici: ha collaborato con il “Corriere della Sera” e ha partecipato a diverse puntate di “Quark” e “SuperQuark” con Piero Angela, di cui era grande amico. Ha scritto molto, Danilo Mainardi, ha scritto molto della natura e degli animali, che amava fin dai primissimi anni di vita.

LA CITTA’ DEGLI ANIMALI – L’anno scorso è uscito per Cairo “La città degli animali“, libro in cui Mainardi si sofferma sugli adattamenti che i nostri coinquilini non umani acquisiscono con la loro nuova vita urbana, adattamenti che interessano il comportamento sociale, le modalità di riproduzione e di allevamento della prole, la dieta e il reperimento del cibo.

UN NUOVO GENERE LETTERARIO – Mainardi era un grande appassionato di libri gialli, che considerava «tranquillizzanti e riposanti». Ma leggeva anche narrativa, biografie e raramente saggistica e poesia. Sottolineando le analogie fra il lavoro del detective e quello del ricercatore, Mainardi stesso ha inventato una sorta di genere letterario definito “giallo etologico”, di cui fanno parte i suoi libri “L’acchiappacolombi” (2008) e “Le corna del Cesare” (2012).

 

PHOTO CREDITS: Lipu Onlus

© Riproduzione Riservata
Commenti