Terra futura

A Firenze torna ”Terra futura”

Dal 17 al 19 maggio 2013 prende il via a Firenze la decima edizione di “Terra Futura”, evento internazionale interamente dedicato all’ideazione, conoscenza e diffusione delle buone prassi di sostenibilità ambientale, economica, comunicativa e sociale...

In programma questo weekend la manifestazione   annuale  internazionale   dedicata   alla sostenibilita’  ambientale  e  alle   buone  pratiche  per  lo sviluppo economico  e  sociale

FIRENZE –  Dal   17  al  19 maggio  2013  prende il  via  a  Firenze  la  decima edizione  di  “Terra Futura”,  evento  internazionale  interamente  dedicato all’ideazione,  conoscenza e diffusione delle buone prassi di sostenibilità  ambientale, economica, comunicativa e sociale. Questa manifestazione (annuale) è promossa ed organizzata da Fondazione culturale  Responsabilità  Etica per  il  sistema Banca Etica, Regione Toscana e  Adescoop Agenzia dell’Economia  Sociale,  in  partnership  con  varie associazioni: Acli,   Arci,  Caritas Italiana,  Cgil, Cisl,  Fiera delle Utopie  Concrete,  Legambiente, ecc..  L’edizione  2013  di  Terra Futura sarà svolta all’interno del  plesso  fieristico  della  Fortezza da   Basso,  (zona  stazione   centrale), ed avrà  come  titolo “Dieci  anni dopo: oltre la crisi per una nuova Europa”; in tale contesto, agli intervenuti saranno proposte molte iniziative culturali: presentazioni di  libri e riviste tematiche,  incontri, convegni,  workshop,  e  spettacoli dal vivo.
PER  UN’ECOLOGIA  DEL CORPO  E  DELLA  MENTE –  A livello editoriale, fra le attività programmate, segnaliamo che il  17 maggio (ore 14/17) presso lo stand Cgil  di   “Terra Futura” si è tenuto l’incontro “Parole: femminile, plurale. Il linguaggio come strumento strategico di cambiamento culturale, sociale e relazionale” al quale hanno partecipato Irene Biemmi (Università di Firenze) che ha presentato il suo libro “Educazione sessista. Stereotipi di genere nei libri delle elementari” (Ed. Rosemberg & Sellier).  All’interno dei padiglioni espositivi di questa fiera dedicata ad una ecologia del corpo e della mente, saranno presenti anche alcuni spazi librari con stand in  cui  saranno pubblicizzate  novità editoriali, con  riviste ed opuscoli  di carattere divulgativo e specialistico, mirate a stimolare una maggiore riflessione  sull’opportunità di condurre stili di  vita piu’ sani,  sobri,  e rispettosi dell’ambiente.  Per superare gli attuali  squilibri  generati  da una selvaggia  globalizzazione, ed allo scopo di  perseguire un futuro piu’ equo e solidale,  saranno anche affrontate  tematiche relative a buone prassi  di  governo  e  d’impresa, con  una particolare attenzione  rivolta alle opportunità  lavorative presenti  nella  filiera  idrica e delle risorse energetiche alternative.
PENSARE  GLOBALMENTE, AGIRE LOCALMENTE – Nel  documento  condiviso  dagli  organizzatori e  dai  vari  partner  partecipanti  all’edizione 2013  di    “Terra Futura”   è   richiesta  a gran voce  un’Europa piu’ democratica e  quindi  piu’ sociale, che sia capace di capire e superare le dinamiche negative (internazionali e locali) generate dalla globalizzazione.  Da questo punto di  vista, per Andrea Baranes (Presidente della Fondazione culturale  Responsabilità  Etica) –   “un   drastico  cambiamento di  rotta  è  tanto  urgente   quanto  necessario  e  porterebbe  dei  benefici   in  tutti  gli  ambiti  in  cui  la crisi si manifesta … Per cambiare strada è  ora  di riconoscere  una  volta per tutte  che  il  dogma  economico  neoliberista ha  miseramente  fallito   e  che è necessario un  nuovo  modo  di pensare  prima  ancora  che  un  nuovo modo  di  agire  e  di  organizzarsi”. Per tutta la durata della manifestazione (da  venerdì 17  a  domenica 19 maggio 2013) l‘ingresso è  libero  e  gratuito.  Per chi volesse arrivare alla  Fortezza da Basso in  bicicletta,  il Comune di  Firenze metterà  a  disposizione appositi servizi di  noleggio  in  vari  luoghi  della città. Orari della manifestazione Terra Futura sono i seguenti: ore  9.00 – 20.00 (venerdì);  ore 9.30 – 24.00 (sabato); ore  10.00 – 20.00 (domenica).
Cristina Fontanelli


18 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti