“Comodo, silenzioso, vicinanza metrò”, il racconto della vita quotidiana

"Una mattina come tante: sveglia alle 6.30, caffè veloce mentre ci si veste e via verso la prima importantissima conquista della giornata: un posto in treno"
“Comodo, silenzioso, vicinanza metrò
"Una mattina come tante: sveglia alle 6.30, caffè veloce mentre ci si veste e via verso la prima importantissima conquista della giornata: un posto in treno"

Una mattina come tante: sveglia alle 6.30, caffè veloce mentre ci si veste e via verso la prima importantissima conquista della giornata: un posto in treno, autobus o/e metropolitana che dai quartieri periferici ci porterà in centro città al nostro posto di lavoro. Questa la vita dei pendolari costretti a lottare tra loro per salire sul “grande mezzo pubblico” che li condurrà a destinazione. Antonio Spinaci narra la storia di molti di noi pendolari e dei personaggi della sua opera – “Comodo, silenzioso, vicinanza metrò” – con ammirevole ed inconsueta attenzione critica alle esperienze umane, professionali e sociali che nel corso della nostra vita lavorativa si creano o si distruggono…

.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE LA RECENSIONE  

 

.

 

 

ACQUISTA IL LIBRO "COMODO, SILENZIOSO, VICINANZA METRO' " DI ANTONIO SPINACI QUI
© Riproduzione Riservata