Centro Italia, la terra continua a tremare: tremila gli sfollati

La terra continua a tremare. Questa mattina è stata registrata un'altra forte scossa di terremoto. Le scuole sono chiuse e gli ospedali evacuati
La terra continua a tremare. Le persone in strada e le scuole chiuse

MILANO – Il terremoto continua a terrorizzare l’Italia intera. Dopo le tre forte scosse di ieri, secondo quanto riporta l’ANSA, questa mattina ci sono stati tanti microsismi (pare siano più di 200 le scosse di magnitudo inferiore a 3) e una nuova forte scossa di terremoto. E’ infatti stata registrata alle 10:21 nelle Marche a Caste Sant’Angelo sul Nera una nuova scossa di magnitudo 4,4. “Abbiamo qualcosa come due o tremila sfollati, e temo molte più abitazioni inagibili di quelle censite dopo il sisma del 24 agosto”, ha dichiarato la Protezione civile marchigiana. Le repliche del terremoto sono state almeno 200, più di 30 quelle di magnitudo pari o superiore a 3, ha raccontato all’ANSA il sismologo Alessandro Amato, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Tanti sono i danni agli edifici.

SCUOLE CHIUSE ED EVACUATI GLI OSPEDALI – L’inevitabile chiusura delle scuole è arrivata, decisa già dopo le due scosse di ieri di magnitudo 5.4 e 5.9, che hanno colpito i Comuni dell’entroterra nei pressi di Macerata. La chiusura delle scuole è a scopo precauzionale, in modo da poter accertare la stato di salute degli istituti. Intanto vengono evacuati gli ospedali, come ha scritto su Facebook il Presidente della Regione Luca Ceriscioli: “Il servizio salute della regione ha predisposto evacuazioni da ospedali di Tolentino, Matelica e Cingoli ricollocando i pazienti in altre strutture della regione”.

UNA VITTIMA “INDIRETTA” – Per ora, secondo il comandante provinciale dei carabinieri di Macerata, Stefano Di Iulio, non pare ci siano vittime dovute ai crolli. Un operaio, dipendente da una ditta di surgelati, a Tolentino, è rimasto ferito dal crollo di un controsoffitto, ma le sue condizioni non sembrano essere gravi. E’ morto però un uomo di 73 ani per un infarto a Tolentino. La causa dell’infarto si pensa sia lo choc causato dal terremoto.

PHOTO CREDITS: Ansa.it

© Riproduzione Riservata