Sei qui: Home » Libri » Librerie » Waanders, la cattedrale centenaria trasformata in grandiosa libreria

Waanders, la cattedrale centenaria trasformata in grandiosa libreria

In molti potrebbero affermare che ''leggere è un'esperienza religiosa'', ma quest’espressione ha assunto oggi un nuovo significato grazie a uno studio d’architettura olandese, il Bk. Archtecten di Utrecht, che ha trasformato una vecchia chiesa dei Domenicani del 15simo secolo, nella città di Zwolle, in una grandiosa libreria
Si chiama “Waanders In der Broeren” la nuova libreria aperta a Zwolle, in Olanda, all’interno di una vecchia chiesa del Quattrocento. L’intervento architettonico ha consentito di trasformare in maniera incredibile lo spazio conservando intatto l’edificio originale
MILANO – In molti potrebbero affermare che “leggere è un’esperienza religiosa”, ma quest’espressione ha assunto oggi un nuovo significato grazie a uno studio d’architettura olandese, il Bk. Archtecten di Utrecht, che ha trasformato una vecchia chiesa dei Domenicani del 15simo secolo, nella città di Zwolle, in una grandiosa libreria dal nome “Waanders In der Broeren”.
LA STORIA DELL’EDIFICIO – La Broerenkerk – così si chiamava la chiesa – fu fondata nel 1465 e faceva parte di un monastero domenicano che venne chiuso nel 1580, quando i monaci furono cacciati. In seguito fu utilizzata come chiesa protestante dal 1640 al 1982, per poi essere abbandonata. Ristrutturata tra il 1983 e il 1988 è stata successivamente adibita a eventi culturali, finché non è stata aperta l’attuale libreria.
UN COMPITO ARDUO – Il compito affidato ai due architetti incaricati del progetto, Jos Burger e Wouter Keijzer, era particolarmente arduo: bisognava aggiungere 700 metri quadri di spazio adibito a shopping conservando tutti gli elementi originali dell’edificio centenario, compresi le vetrate, l’organo a canne, gli affreschi sul soffitto e le arcate. 
UN INCREDIBILE INTERVENTO ARCHITETTONICO – I due sono riusciti a mantenere intatta l’atmosfera della preesistente architettura e a preservarne il valore storico grazie a un intervento spaziale che ha dell’incredibile. È stata infatti realizzata una struttura, addossata ai pilastri originali della chiesa, che consente di ricavare tre nuovi piani adibiti a negozio nella navata laterale. La nuova costruzione è staticamente indipendente e può essere interamente rimossa senza dover demolire alcuna parte del vecchio edificio. I materiali utilizzati inoltre, con la loro tricromia affiancata al bianco, rispettano la tonalità calda dell’interno della cattedrale L’idea guida del progetto era che i clienti dovessero essere spinti a salire fino all’ultimo piano. Con questo principio in mente, gli architetti hanno realizzato una scala centrale che si avvolge attorno a una libreria alta 11 metri. Per i mobili, si sono ispirati ai pezzi disegnati dal loro collega, l’architetto olandese Dom Hans van der Laan, per numerosi monasteri.
3 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© Riproduzione Riservata