LIBRI - Ricorrenze letterarie

Victor Hugo, le frasi più belle del padre del romanticismo francese

l 22 maggio del 1885 ci lasciava lo scrittore francese Victor Hugo. Considerato il padre del Romanticismo in Francia, seppe tenersi lontano dai modelli malinconici e solitari che caratterizzavano i poeti del tempo, riuscendo ad accettare le vicissitudini...

Ricorre l’anniversario della morte del padre del Romanticismo francese Victor Hugo. Celebriamo questa ricorrenza con una selezione dei suoi aforismi più significativi

MILANO – Il 22 maggio del 1885 ci lasciava lo scrittore francese Victor Hugo. Considerato il padre del Romanticismo in Francia, seppe tenersi lontano dai modelli malinconici e solitari che caratterizzavano i poeti del tempo, riuscendo ad accettare le vicissitudini non sempre felici della sua vita per farne esperienza esistenziale e cogliere i valori e le sfumature dell’animo umano. I suoi scritti giunsero a ricoprire tutti i generi letterari, dalla poesia lirica al dramma, dalla satira politica al romanzo storico e sociale, suscitando consensi in tutta Europa. Celebriamo l’anniversario della sua scomparsa attraverso le sue parole più significative.

“Alla gente non manca la forza, ma la volontà.”

“Amare è la metà di credere.”

“Amici miei, tenete a mente questo: non ci sono né cattive erbe né uomini cattivi. Ci sono solo cattivi coltivatori.”

“C’è gente che pagherebbe per vendersi.”

“C’è una cosa più forte di tutti gli eserciti del mondo, e questa è un’idea il cui momento è ormai giunto.”

“Cos´è un tuo bacio? Un lambire di fiamma.”

“Dalla conchiglia si può capire il mollusco, dalla casa l’inquilino.”

“Dio aveva fatto soltanto l’acqua, ma l’uomo ha fatto il vino!”

“Dio è l’invisibile evidente.”

“Dio si è fatto uomo. Il diavolo si è fatto donna.”

“È dell’inferno dei poveri che è fatto il paradiso dei ricchi.”

“Il sorriso è il sole che scaccia l’inverno dal volto umano.”

“L’alba ha una sua misteriosa grandezza che si compone d’un residuo di sogno e d’un principio di pensiero.”

“L’amore è come un albero: spunta da sé, getta profondamente le radici in tutto il nostro essere, e continua a verdeggiare anche sopra un cuore in rovina.”

22 maggio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti