Guida letteraria di Londra

Viaggio letterario a Londra, i luoghi da visitare per gli amanti dei libri

Tanti sono stati gli uomini di cultura che hanno camminato per il suolo inglese, calpestando soprattutto le strade di Londra. Seguiamo le loro orme
Viaggio letterario a Londra, i luoghi da visitare per gli amanti dei libri

MILANO – L’Inghilterra è la patria di alcuni dei più importanti scrittori della storia della letteratura. Tanti sono stati gli uomini di cultura che hanno camminato per il suolo inglese, calpestando soprattutto le strade di Londra, come racconta “La guida alla letteratura Britannica” realizzata da VisitBritain, l’Ente Nazionale Britannico per il Turismo. Primo fra tutti, Geoffrey Chaucer (1343 – 1400), che nei suoi “Racconti di Canterbury” racconta di un gruppo di pellegrini che si alternano nel raccontare storie. Chaucer è stato il primo autore ad essere sepolto nell’Angolo dei Poeti dell’Abbazia di Westminster a Londra, oggi luogo di sepoltura di molti celebri scrittori, poeti e drammaturghi. Qualche anno più tardi – neanche due secoli dopo la morte di Chaucer, l’Inghilterra partorisce con fatica, ma con tanta soddisfazione, Shakerspeare (1564 – 1616), nato probabilmente a Stratford-upon-Avon. Per gli amanti del teatro il Globe Theater di Londra è indispensabile, perché è qui che recitava la compagnia dell’autore di “Romeo e Giulietta”.

SULLE TRACCE DELL’AVVENTURA – Poco tempo dopo arriva Daniel Defoe (1660 – 1731), autore dell’intramontabile “Robinson Crusoe”. Scrivere storie d’avventura può stancare parecchio, così, dopo la morte, è stato seppellito in un posto tranquillo come Bunhill Fields, dove riposa tutt’oggi. Jane Austen (1775 – 1815) – penultima di otto figli – nasce invece in un piccolo villaggio chiamato Steventon, in Hampshire. La Austen, tanto amata per i suoi romanzi che tanto parlano d’amore, non si è mai sposata. Alla British Library è possibile vedere la scrivania sulla quale ha scritto le sue lettere e le sue storie. Tre anni prima della morte di Jane Austen, è nato in una famiglia povera di Portsmouth Charles Dickens (1812-1870). La sua famiglia ha vissuto al numero 16 di Bayham Street, a Camden Town – zona che avrebbe ispirato innumerevoli scenari delle sue opere. In questi luoghi si sarebber mossi Cratchit (“Racconto di Natale“), Micawber (“David Copperfield“) e la famiglia di Polly Toodle (Dombey e Figlio) vivevano a Camden Town.

I COLOSSI DEL NOVECENTO – Alla morte di Dickes, Arthur Conan Doyle (1859 – 1930) ha già undici anni. Nonostante fosse nato a Edimburgo, in Scozia, è a Londra che ambienta le storie del personaggio grazie al quale sarà ricordato per sempre.  Sherlock Holmes, investigatore privato, è domiciliato al 221b di Baker Street nella capitale inglese. Si può ancora oggi visitare la casa, adibita a museo dedicato a Holmes e Conan Doyle. George Orwell (1903 – 1950) intanto nasceva in India. Quando si trasferisce a Londra, prende casa al numero 22 di Portobello Road a Notting Hill, dove è possibile trovare una targa blu dedicata a Orwell. Quattordici anni dopo la scomparsa dell’autore di “1984”, nasce J.K. Rowling, la celebre autrice della serie di “Harry Potter”. Si possono visitare a questo proposito gli studi Warner Bros a Londra, dove sono stati prodotti molti film. Qui è possibile visitare il Great Hall, l’ufficio di Albus Silente o fare un giro a bordo del Hogwarts Express. Ci sono, inoltre, numerosissimi luoghi legati a Harry Potter sia a Londra, sia sparsi per il Regno Unito, tra cui il binario 9 ¾ alla stazione di King’s Cross.

 

Photo Credits: Pinterest

© Riproduzione Riservata
Commenti