A Matera dal 25 al 28 settembre

Tutto pronto per il Women’s Fiction Festival, il festival di letteratura femminile

Per l’undicesimo anno consecutivo la città di Matera ospita il Women’s Fiction Festival, l’appuntamento annuale che permette agli autori esordienti e a quelli affermati di incontrare a tu per tu agenti letterari ed editor delle principali case editrici nazionali e internazionali...

Incontri con autori aperti al pubblico, ma anche consigli pratici per scrittori emergenti e non: ancora una volta il Festival dedicato alla Women’s Fiction applica la sua “formula vincente”, ospitando chi i libri li ha scritti e pubblicati e chi desidera farlo. Il Premio “Baccante” a Clara Sánchez

MILANO – Per l’undicesimo anno consecutivo la città di Matera ospita il Women’s Fiction Festival, l’appuntamento annuale che permette agli autori esordienti e a quelli affermati di incontrare a tu per tu agenti letterari ed editor delle principali case editrici nazionali e internazionali. Congresso internazionale per scrittori, master class condotte da scrittrici best seller, appuntamenti a tu per tu tra scrittori, editor, agenti letterari e consulenti editoriali, incontri con il pubblico, happy hour, concerti e premiazioni letterarie: è la formula del Women’s Fiction Festival di Matera, in programma dal 25 al 28 settembre presso la città dei Sassi sito Unesco e Candidata a Capitale Europea della Cultura per il 2019. Con la sua doppia anima, il Women’s Fiction Festival, fondato da Elizabet Jennings, è stato concepito per chi scrive e per chi legge: crea ponti nell’industria editoriale, avvicina chi scrive a chi pubblica romanzi di ogni genere, promuove i libri e la letteratura nelle piazze, nelle scuole, tra la gente per avvicinare il pubblico alla lettura.

CONGRESSO INTERNAZIONALE PER SCRITTORI – Giunto alla sua undicesima edizione, è l’unico congresso di editoria in Italia dedicato agli addetti ai lavori. Qui si confrontano le realtà editoriali italiane, europee e mondiali per riflettere insieme su quale sarà il futuro dell’editoria e quali le strade da intraprendere. Al centro della riflessione la figura dell’autore, rivoluzionata negli ultimi dieci anni: in un’editoria che si costruisce “dal basso”, lo scrittore diventa protagonista ed è lui a proporsi e promuoversi, intrecciando legami con altri autori, anche stranieri, in una comunità che condivide pareri, consigli e un po’ di sana competizione.

SELF-PUBLISHING – Grande spazio, anche in questa edizione, al self-publishing, fenomeno esploso recentemente e che sta assumendo una dimensione più organizzata e compatta, tanto che la prossima Buchmesse di Francoforte dedicherà diversi spazi all’argomento: Independence Day è infatti il tema della seconda giornata del Festival (venerdì 26 settembre), dedicata agli scrittori indipendenti autopubblicati, che potranno confrontarsi con autori e autrici che hanno ottenuto un enorme successo (anche economico) ed esperti del settore.

L’EDITORIA – Il mondo dell’editoria sta attraversando un momento di profonda trasformazione: le case editrici lo stanno affrontando con competenza, creatività, scovando nuove soluzioni e stringendo relazioni nuove e diverse con i propri autori. Ad approfondire questi aspetti ci saranno gli editor italiani Francesca Lang di Piemme, Gemma Trevisani di Rizzoli, Alice Di Stefano di Fazi e Giulia Ichino di Mondadori, insieme agli stranieri Carrie Feron di Harper Collins Publishers (UK) e Monique Patterson di St. Martin’s Press (Usa). Tra gli agenti letterari: Anne Colette di Rees Literary Agency (Usa), Christine Witthohn di Book Cents Literary Agency (Usa), Andrew

Lownie di Andrew Lownie Literary Agency (UK), e Laura Ceccacci di Laura Ceccacci Agency (Italia). 

LA BORSA DEL LIBRO – la Borsa del Libro, uno degli appuntamenti più richiesti del Congresso internazionale per scrittori, è l’elemento distintivo del Women’s Fiction Festival. Alla Borsa del Libro gli agenti e gli editor presenti saranno disponibili per colloqui a tu per tu con i partecipanti provenienti da diversi paesi del mondo. Il pitching dura 10 minuti, il tempo giusto per poter raccontare la propria idea o la propria storia sotto forma di sinossi. L’opportunità è unica: si può essere valutati, rifiutati, scelti e/o pubblicati. Non capita mai se non alla Borsa del Libro del Women’s Fiction Festival. Spunti, confronti, riflessioni a più voci su possibili soluzioni, trame da sviluppare e personaggi da caratterizzare saranno offerti da Maria Paola Romeo, agente letterario ed editor, e da Jane Corry, scrittrice ed esperta di scrittura creativa.

PREMIO “BACCANTE” 2014 A CLARA SÁNCHEZ – Come ogni anno, il Women’s Fiction Festival assegna il premio a un personaggio di fama internazionale per il suo apporto alla narrativa femminile in Italia e nel mondo, con un magnifico gioiello in oro creato dal Laboratorio Orafo Materia. Rivelazione del panorama spagnolo e internazionale, instancabile indagatrice delle verità che si nascondono dietro la serena quotidianità, Clara Sánchez è una delle firme più amate della narrativa contemporanea e i suoi romanzi, con cui ha conquistato un milione di lettori e il prestigioso premio Nadal, dominano le classifiche di best-seller degli ultimi anni.

Clara Sánchez riceverà il premio Baccante, sabato 27 settembre, nella consueta cerimonia pubblica a Casa Cava, in una serata a lei dedicata, allietata dal concerto afFABULA di Milena Orlandi Trio.

UN RACCONTO PER MATERA 2019 CON EMMA BOOKS E UNO SGUARDO ALL’EXPO – Emma Books e il Women’s Fiction Festival si uniscono per sostenere la candidatura di Matera a Capitale della cultura 2019. Dopo Amore, orgoglio e pregiudizio, Gli uomini preferiscono le befane e Buon lavoro!, in occasione del Women’s Fiction Festival di Matera 2014 sarà lanciata una nuova antologia di racconti scritti dai partecipanti alle precedenti edizioni del Women’s Fiction Festival. I racconti sono ispirati da almeno una delle parole chiave di #Mt2019: coraggio, resilienza, sostenibilità, autonomia, innovazione. Questa edizione del Festival guarda anche a Expo 2015, ospitando un incontro aperto al pubblico, in collaborazione con We Women for Expo, sulla cucina e la storia dell’arte culinaria (venerdì 26 settembre ore 19,45, con Stefania Barzini, Flumeri & Giacometti e Laura Grandi). 

SPAZIO AL RACCONTO – Per conoscere le possibilità offerte dallo storytelling e comprendere dove e come nasce il bisogno di raccontare e raccontarsi, in programma incontri con numerosi autori, per imparare a raccontare una vita piena e coinvolgente, il fascino di un luogo, l’arte della cucina, la maternità mancata e il dolore. Ampio spazio anche in questa edizione alle scuole, ogni anno più numerose e partecipi: nei giorni del Festival, molti sono gli incontri tra autori e ragazzi nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie. Un’attenzione particolare quest’anno ai social network con l’iniziativa “Twitteratura e Favole al Telefono”, in collaborazione con Twitteratura, in cui i piccoli allievi delle scuole primarie si impegneranno a riscrivere le Favole di Gianni Rodari attraverso tweet. I tweet migliori saranno premiati durante l’inaugurazione del Festival. Tra gli altri, presenti anche Tiziana Bruno, Giovanni De Matteo, Massimo Cacciapuoti e altri ancora.

25 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti