Rassegna

Trump durerà al massimo un anno, l’opinione di Philip Roth

Bernard-Henri Lévy racconta il proprio incontro con Philip Roth nel giorno dell'insediamento di Trump. Al centro dei discorsi la politica americana
Trump durerà meno di un anno, l'opinione di Philip Roth

MILANO – Risale al 2004 il lavoro di Philip Roth che descriveva con ricchezza di dettagli lo scenario da incubo in cui stanno per entrare gli Stati Uniti. Il libro in questione è “Complotto contro l’America“, che racconta cosa sarebbe potuto succedere se nel 1940, al posto di Roosvelt, avesse vinto la corsa alla Casa Bianca il rabbioso isolazionista e antisemita Charles A. Lindebergh. Oggi è uscito sul “Corriere della Sera” un articolo in cui il filosofo francese Bernard-Henri Lévy racconta il proprio incontro con Philip Roth nel giorno dell’insediamento di Trump. Il tema centrale delle loro conversazioni non poteva che essere la politica americana.

UN ANNO – Philip Roth confessa a Lévy che secondo lui Trump riuscirà a restare alla Casa Bianca meno di quanto sia riuscito a restarci Lindebergh: un anno al massimo.”E Lindbergh – scrive Levy – era un antisemita dichiarato. Ma allo stesso tempo… Questa retorica mussoliniana… L’alleanza offerta a Farage e Orban, a Le Pen e a Putin, vale a dire a tutti i peggiori leader populisti o fascistoidi sull’altra sponda dell’Atlantico”. Un quadro che agli occhi dello scrittore americano e a quelli del filosofo francese appare quanto mai preoccupante. Vi invitiamo ad approfondire l’argomento sul “Corriere” a questo link.

© Riproduzione Riservata
Commenti