Tessa Gelisio, ”Nel mio nuovo libro offro ricette semplici e pratiche, con un occhio alla qualità e alla sostenibilità”

La cucina rappresenta un trend che non passerà mai di moda, anche in ambito editoriale. Parola di Tessa Gelisio, volto solare e autentico nel panorama della televisione italiana...
La giornalista e conduttrice televisiva presenta la sua ultima opera “Le nuove ricette di Pianeta Mare” e spiega perché parlare di cucina è sempre così di moda
MILANO – La cucina rappresenta un trend che non passerà mai di moda, anche in ambito editoriale. Parola di Tessa Gelisio, volto solare e autentico nel panorama della televisione italiana. Da sempre impegnata nella divulgazione di tematiche sociali legate all’ambiente – è Presidente dell’Associazione per la conservazione ambientale forPlanet Onlus e il suo Pianeta Mare è alla decima edizione – la conduttrice televisiva è di nuovo il libreria con “Le nuove ricette di Pianeta Mare”. In quest’intervista Tessa Gelisio parla della sua ultima opera e spiega perché parlare di cucina è così sempre di moda. 
 
Da cosa nasce la tua nuova opera “Le nuove ricette di Pianeta Mare”?
Nasce dal fatto che tutti gli altri libri di Pianeta Mare sono andati molto bene, e quindi vuol dire che c’è richiesta da parte dei nostri telespettatori di un libro che raccolga le ultime migliori ricette fatte in trasmissione. Ma non solo: in questo libro abbiamo dato spazio alle migliori ricette del Mediterraneo, rivisitate ed italianizzate. Ad esempio, ho preso la cucina spagnola, francese, greca, croata e nordafricana, e le ho rivisitate in chiave italiana. Ci sono poi tante altre ricette che mi sono inventata io, mentre altre le ho “rubate” dai miei amici pescatori. E’ un libro completo sulla cucina di mare, di cui c’era bisogno.
 
C’è qualche ricetta in particolare che credi può interessare rispetto ad altre?
Nel libro è contenuta la tabella di stagionalità dei pesci, una cosa difficilissima da trovare, e quelli che ci sono entrano in contraddizione tra loro. Le ho fatte con i miei amici pescatori, che vanno dalla Sicilia alla Liguria e al Veneto. Ci sono tantissime ricette a base di pesce povero, e questa è una mancanza che c’era: dal Tombarello alla Cavalla, ti propongo degli antipasti di crudo molto sfiziosi e buoni. Sono ricette semplici, pratiche, alla portata di tutti, con un occhio alla qualità e alla sostenibilità.
 
I libri di cucina sono un genere che tira molto, nonostante in Italia si legga sempre meno. Secondo te da cosa dipende?
In generale, quello della cucina rappresenta un trend che va sempre bene, anche per i libri. E’ esplosa una moda perché c’è stata una generazione che non ha imparato dalle madri e, quindi, ha sentito il bisogno di imparare. Mi riferisco in particolare alla mia generazione. Una moda favorita anche dal fatto che si mangia sempre più in casa e meno fuori, che sempre più uomini hanno riscoperto la cucina. Tutti fattori che hanno innescato questo trend, che ha raggiunto la massa critica, diventando moda.

20 luglio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti