Sulle pagine di cultura spazio alla presentazione della Fiera del Libro di Torino

RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA - E' la presentazione della ventiseiesima edizione del Salone del libro di Torino la notizia più battuta dalle pagine di cultura dei quotidiani di oggi. Si tratterà di una edizione dedicata interamente alla creatività, ma con numerosi ospiti provenienti dalla politica di casa nostra ...
Su Repubblica, Massimo Cacciari propone un’analisi del saggio di Martinetti “Gesù Cristo e il cristianesimo”
 
RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA – E’ la presentazione della ventiseiesima edizione del Salone del libro di Torino la notizia più battuta dalle pagine di cultura dei quotidiani di oggi. Si tratterà di una edizione dedicata interamente alla creatività, ma con numerosi ospiti provenienti dalla politica di casa nostra. Ed è già polemica sulla chiusura, da parte del direttore Ernesto Ferrero, al leader del Movimento Cinque Stelle Beppe Grillo.  Di tutt’altro argomento è la prima pagina di Repubblica, che propone un commento di Massimo Cacciari allo storico saggio “Gesù Cristo e il cristianesimo” di Piero Martinetti, ora ristampato da Castelvecchi. 
 
IL SALONE DEL LIBRO TRA POLITICA E CREATIVITA’ – Aprirà i battenti il prossimo 16 maggio la ventiseiesima edizione del Salone del libro, presentata ieri al Teatro Regio di Torino alla presenza del direttore Ernesto Ferrero e del presidente della Fondazione Rolando Picchioni.  Il Corriere della Sera, attraverso la penna di Cristina Taglietti,  definisce la kermesse come “Un Salone del libro nel nome della creatività, tema guida di questa edizione, ma anche della politica, nonostante i grandi assenti”. Gli ospiti certi saranno infatti Mario Draghi, che terrà una conferenza nel giorno di apertura, Romano Prodi, Walter Veltroni e con ogni probabilità anche Matteo Renzi, mentre è tramontata la visita a Torino del neo eletto Presidente Giorgio Napolitano e di Laura Boldrini. Il Giornale si concentra in particolar modo sulla vicenda scatenata dalle parole di Enesto Ferrero sulla chiusura a Grillo, il quale ha dichiarato che non sono accettati “comizi di pifferai magici, burattinai digitali e tenutari del set”, affermazioni subito smentite dal presidente Picchioni. Accantonata la politica, il filo conduttore di questo Salone sarà la creatività. La Stampa propone l’elenco completo di tutte le personalità che presenzieranno all’evento, tra cui spiccano nomi illustri della scienza come Andrea Ferrari, o dell’imprenditoria made in Italy, come Brunello Cucinelli. 
 
IL CRISTIANESIMO VISTO DA MARTINETTI – Massimo Cacciari dalle pagine di Repubblica propone un’attenta riflessione sullo storico saggio di Pietro Martinetti “Gesù Cristo e il cristianesimo”. Si tratta di una ristampa a cura di Castelvecchi, dopo la prima edizione, risalente al 1934, subito sequestrata dalle autorità fasciste e messa all’indice dalla Chiesa. Si tratta di un saggio ancora molto attuale, che propone una riflessione sull’esperienza religiosa e sul cristianesimo, temi centrali della filosofia di Martinetti. Quella che viene proposta è quindi la visione di un cristianesimo totalmente spirituale. 
 
ALTRE NOTIZIE – Tra le altre notizie segnaliamo, su Repubblica, Il Corriere della Sera e il Giornale una breve dedicata ad Aldo Busi e al suo rifiuto del Premio Mondello alla carriera, conferitogli lo scorso lunedì. Sempre sul Corriere della Sera troviamo una prima pagina di cultura dedicata alla nuova uscita “Le religioni nell’Italia che cambia. Mappe e bussole”, un’inchiesta sul mutamento del panorama religioso nel nostro Paese, edita da Carrocci. Il Messaggero dedica invece ampio spazio al libro di Pier Vittorio Buffa “Io ho visto”, il racconto di un superstite all’eccidio di Vicovaro, avvenuto nel giugno del 1944. 
24 aprile 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA 

© Riproduzione Riservata
Commenti