Sei qui: Home » Libri » Critici » Sulle pagine di cultura dei quotidiani, spazio alle novità della narrativa

Sulle pagine di cultura dei quotidiani, spazio alle novità della narrativa

La pagina di cultura del quotidiano La Stampa, attraverso la firma di Giulio Giorello, è dedicata oggi a ''L'amore è un difetto meraviglioso'', romanzo d'esordio dello sceneggiatore australiano Graeme Simsion, in uscita il prossimo 22 aprile. Si tratta invece di un noir ''Un uomo molto cattivo'' ...
Su La Stampa “L’amore è un difetto meraviglioso”, romanzo d’esordio dello sceneggiatore Graeme Simsion, sul Corriere il grande ritorno di Giuseppe Di Piazza con “Un uomo molto cattivo”
   
RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA – La prima pagina di cultura del quotidiano La Stampa, attraverso la firma di Giulio Giorello, è dedicata oggi a “L’amore è un difetto meraviglioso”, romanzo d’esordio dello sceneggiatore australiano Graeme Simsion, in uscita il prossimo 22 aprile. Si tratta invece di un noir “Un uomo molto cattivo”, il nuovo libro di Giuseppe Di Piazza, a cui Roberta Scorranese dedica ampio spazio sul Corriere  in occasione della presentazione del volume, oggi al Museo Maxxi di Roma. Prosegue, sulle pagine di Libero e Il Giornale, la querelle riguardo il controverso saggio di Sergio Luzzatto. Segnaliamo inoltre, sulla Stampa, Il Corriere della Sera e Libero, la notizia riguardante il conferimento del premio FriulAdria “Il romanzo della storia” a Ian Kershaw, contemporaneista, esperto mondiale della storia del Terzo Reich. Ancora su La Stampa, Alberto Mattioli parla dell’imminente uscita dell’autobiografia del grande sociologo e filosofo francese Edgar Morin.
 
L’AMORE E’ UN DIFETTO MERAVIGLIOSO – Giulio Giorello, dalle pagine de La Stampa, presenta “L’amore è un difetto meraviglioso” il romanzo d’esordio dello sceneggiatore australiano Graeme Simsion. Il protagonista è Don Tillman, incarnazione perfetta dell’ideale del moderno nerd, il quale: “pensa che ogni aspetto della biologia acquisti la sua giusta luce solo con la teoria darwiniana dell’evoluzione”. Poco abile nelle relazioni con l’altro sesso e tanto ossessionato dalla scienza, arriva a mettere a punto un progetto scientifico per trovare una moglie: un questionario di sedici pagine per selezionare la candidata ideale. Un piano perfetto ma non innovativo, come sottolinea Giorello, ricordando come anche Keplero, dopo essere rimasto vedovo, avesse cercato di trovare l’anima gemella attraverso un piano tutto scientifico. Il piano quasi infallibile del protagonista non ha tenuto conto però di un elemento tanto fondamentale e imprescindibile quanto irrazionale, poco affine alla sua mente calcolatrice e scientifica: l’amore. Un incontro inaspettato sconvolgerà la sua esistenza, le sue convinzioni e i suoi piani, catapultandolo nella vita vera. 
 
IL NOIR CHE INDAGA TRA I MEANDRI DELLA MILANO BENE – Roberta Scorranese sul Corriere della Sera tratta il nuovo romanzo di Giuseppe Di Piazza, “Un uomo molto cattivo”. E’ un noir che si svolge nell’arco di una settimana a Milano.  Il protagonista, Sari De Luca, cinquantenne alla guida del maggior gruppo editoriale italiano, viene messo alla prova dalla mafia, attraverso il rapimento della sua giovane amante. L’intento dell’autore, attraverso un “ritmo quasi perfetto[…]con una tensione che rende accattivanti anche certe situazioni che altrove sarebbero risultate improbabili”, è proprio quello di fondere due realtà, quella milanese e quella del sud, apparentemente tanto distanti, ma in realtà così vicine. Il romanzo di Giuseppe Di Piazza verrà presentato oggi a Roma alle ore 18 al museo Maxxi, in cui verranno eseguite anche alcune letture. 
 
ALTRE NOTIZIE – Tra le altre notizie, segnaliamo su Libero un’ampia pagina, firmata da Giampiero Mughini, dedicata alla mostra, allestita alla Centrale Montemartini di Roma, che cerca di ricostruire le vicende riguardanti la strage di Primavalle e la stagione del terrorismo rosso e nero. Sulla Stampa e Repubblica segnaliamo una breve riguardante “Quel gran genio del mio amico”, ciclo di incontri  organizzati a Modena e dedicati alla memoria del giornalista e politologo Giovanni Berselli. Il Messaggero dedica un’ampia pagina alla presentazione del nuovo libro di Giulio Sapelli “Chi comanda in Italia?” 
18 aprile 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata