Sulla Stampa, Mario Baudino presenta l’edizione 2013 del festival letterario Pordenonelegge

LA CRITICA QUOTIDIANA - Dalle pagine della Stampa, Mario Baudino presenta l'edizione 2013 del Festival letterario Pordenonelegge, che prenderà il via il prossimo 18 settembre...

Il festival, che prenderà il via il prossimo 18 settembre, punta al record di presenze, anche grazie ad ospiti illustri come Silvia Avallone, la quale presenterà il suo nuovo romanzo


LA CRITICA QUOTIDIANA
– Dalle pagine della Stampa, Mario Baudino presenta l’edizione 2013 del Festival letterario Pordenonelegge, che prenderà il via il prossimo 18 settembre. Si tratta di una manifestazione che nell’ultimo periodo ha letteralmente raddoppiato il numero di spettatori, superando addirittura le 100 mila presenze, e che ora punta a superare anche il Festivaletteratura di Mantova.


PORDENONELEGGE
– La cittadina friulana si sta preparando ad accogliere il gran numero di visitatori che nei prossimi giorni assisterà agli incontri proposti da Pordenonelegge. Il festival quest’anno ha “voglia di stupire”, e propone un programma fitto e ricco di incontri con personaggi “illustri”, molto simile al format adottato nei primi anni dal festival di Mantova. Gli incontri prevedono infatti grandi autori internazionali accanto a scrittori di bestseller. Pordenone, per la sua calendarizzazione, si posiziona come l’ultimo degli appuntamenti culturali che chiude l’estate, dopo il Festival della Mente di Sarzana, Mantova e gli appuntamenti di Torino Spiritualità.

PORDENONE COME MANTOVA – Da alcuni anni ormai Pordenonelegge ha raggiunto i medesimi numeri di Mantova. Gian Mario Villata, organizzatore della manifestazione, tende a sottolineare scherzosamente la superiorità di Mantova “Coi numeri siamo lì, però Mantova continua a far valere la sua primogenitura”. Gli editori hanno dato buona fiducia a questo festival, tanto da affidargli i lanci di alcuni romanzi importanti. Uno su tutti “Marina Bellezza”, il nuovo libro di Silvia Avallone, che verrà presentato proprio nei prossimi giorni a Pordenone. Gli obiettivi del Festival sono ormai molto chiari, come sostenuto dallo stesso Villata: “Noi vogliamo migliorare e continuare a dare senso ai cinque giorni di festival con attività di collegamento come la nostra scuola di scrittura creativa, il laboratorio Roland per gli emergenti, i seminari,  lo stesso censimento dei poeti che abbiamo fatto sul sito”.

16 settembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti