Sulla Stampa, il primo capitolo dei Malaussène di Pennac presentato al Festival del Film di Roma

LA CRITICA QUOTIDIANA - Dalle pagine della Stampa di oggi, Fulvia Caprara parla delle reazioni del romanziere Daniel Pennac alla trasposizione cinematografica de ''Il paradiso degli orchi''...

“Il Paradiso degli Orchi”, primo capitolo della saga dei Malaussène, è diventato un film presentato al Festival Internazionale del Film di Roma e molto apprezzato dallo stesso Pennac

LA CRITICA QUOTIDIANA – Dalle pagine della Stampa di oggi, Fulvia Caprara parla delle reazioni del romanziere Daniel Pennac alla trasposizione cinematografica del primo capitolo della sua del Ciclo di Malaussène, “Il Paradiso degli Orchi”. Il film è stato presentato al Festival Internazionale del Film in corso a Roma.

LA SAGA DEI MALAUSSÈNE SUL GRANDE SCHERMO“Il Paradiso degli Orchi” è il primo capitolo di quella che è storicamente nota come la saga dei Malaussène, firmata dal grande romanziere Daniel Pennac. Il romanzo è diventato recentemente un film, diretto dal giovane regista Nicolas Bary. L’autore, a Roma per la presentazione, ha spiegato come, durante la scrittura del suo romanzo non avesse mai pensato ad una possibile trasposizione cinematografica. Mai, fino al primo incontro con il giovane regista, il quale gli ha prospettato la possibilità di vedere sul grande schermo vicende e personaggi nati dalla sua penna. L’idea è piaciuta molto allo scrittore, anche se non ha nascosto il fatto che questo passaggio sia stato difficile “Resta da superare lo scoglio, non trascurabile, di affidare i miei Malaussène a un regista che ne avrebbe offerto la sa personale visione”.

DAL LIBRO AL FILM – Ora che è diventato film, l’autore può considerarsi soddisfatto, in quanto la fedeltà al libro è stata rispettata. “Rispettata l’andatura della pagina scritta, che è meno nera rispetto al racconto, e che i rapporti tra i membri della famiglia sono stati rappresentati benissimo”. Anche se realizzato con uno stile tra il fumettistico ed il surreale, la commedia riflette perfettamente il romanzo, e lo fa con simpatia e leggerezza.

IL PARADISO DEGLI ORCHI – Il film pone al centro delle vicende Raphael Personaz nei panni di Benjamin Malaussène, circondato dalla sua numerosa famiglia. Intorno a loro, il mondo degli orchi, che lo stesso Pennac afferma essersi evoluti molto rispetto al passato, divenendo esseri decisamente più spaventosi. “In passato gli orchi pronti a divorare la torta della politica erano giganteschi, dittatori come Stalin, Mao, Salazar. Adesso la loro natura è mutata, ma solo in apparenza. Si tratta di orchi planetari che non hanno bisogno del potere politico per dominare il sistema industriale”. L’autore ha spiegato come le avventure ed i personaggi siano nati da ispirazioni differenti, dallo studio approfondito della filosofia, sino alla letteratura o addirittura agli incontri della vita reale.

14 novembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti