Sei qui: Home » Libri » Critici » Su Repubblica, l’intervista a Carlo Feltrinelli sulle nuove iniziative dell’omonima casa editrice

Su Repubblica, l’intervista a Carlo Feltrinelli sulle nuove iniziative dell’omonima casa editrice

RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA - In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino che parte oggi, Repubblica propone una interessante ed approfondita intervista di Simonetta Fiori a Carlo Feltrinelli, amministratore delegato dell’omonima casa editrice fondata dal padre Giangiacomo nel 1955...
Il Corriere della Sera presenta il libro “La mentalità dell’alveare” di Vincenzo Latronico, che domenica sarà ospite del Salone del Libro di Torino
 
RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA – In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino che parte oggi, Repubblica propone una interessante ed approfondita intervista di Simonetta Fiori a Carlo Feltrinelli, amministratore delegato dell’omonima casa editrice fondata dal padre Giangiacomo nel 1955. Il Corriere della Sera presenta invece il libro di Vincenzo Latronico “La mentalità dell’alveare”, testo incentrato sul nuovo modo di fare politica nell’era del web. L’autore sarà presente domenica al Salone di Torino e sarà protagonista di un dibattito su “Realtà e futuro nelle democrazie digitali”. 
 
FELTRINELLI E IL RINNOVO DELL’EDITORIA – “L’editore totale” è il titolo dell’intervista condotta da Simonetta Fiori, per Repubblica, a Carlo Feltrinelli. Numerosi ed interessanti gli argomenti affrontati, in primo luogo quello del nuovo assetto dell’editoria in Italia: “L’editoria tradizionale sta subendo profonde trasformazioni. Quel che io vorrei fare è guadagnare un pezzo importante di futuro per la Feltrinelli, che non è solo un marchio editoriale ma parte della storia italiana”. Nonostante l’amministratore delegato di Feltrinelli sostenga che la vita del libro non sia destinata a cessare in breve tempo, ha ritenuto utile ed opportuno guardare oltre, andando a sondare terreni ancora inesplorati dalla casa editrice. Primo tra tutti, la tv “Basta dare un’occhiata al sito www.laeffe.tv per farsi un’idea: cinema d’autore, docufilm di qualità, serie Tv mai viste in Italia”. Il filo conduttore rimane la qualità, declinata però su versanti diversi. Come sostenuto dallo stesso Feltrinelli, si tratta di un “[…] mosaico che parte proprio dal nostro cuore, la casa editrice. E intorno nuove tessere che possono dare smalto alle nostre attività tradizionali, che innervano l’intero progetto”. Un altro tassello di questo mosaico è l’innovativa formula Red (Read Eat Dream), ovvero librerie che offrono anche un servizio di alta qualità per quanto concerne l’ambito gastronomico. Questo progetto è stato attuabile grazie all’acquisizione da parte di Feltrinelli della quota di maggioranza delle storiche Antiche Focaccerie San Francesco. A dimostrazione del fatto che il focus dell’azienda restano indiscutibilmente i libri, è il progetto di nuove aperture di punti vendita in Italia, nonostante la grande crisi economica e dl settore editoriale che si sta attraversando “Presto inaugureremo nuove sedi a Cosenza, Lecce e Milano. Le librerie Feltrinelli rappresentano un asset fondamentale nell’economia della conoscenza di questo Paese”. Forte del grande il successo del nuovo libro di Saviano, che in soli trenta giorni ha venduto oltre 250 mila copie, l’editore fa i nomi di alcuni autori su cui puntare, tra cui emergono Paolo Di Paolo, che correrà con il suo romanzo per lo Strega, Martino Gozzi e Marco Mancassola. L’ultima parte dell’intervista è dedicata più all’aspetto famigliare dell’azienda, ed in particolare incentrata sulla figura del padre Giangiacomo “All’estero scoprono un’icona della cultura e della sinistra italiana. Dieci anni fa la città di Zurigo gli ha dedicato una mostra […], un’operazione che da noi è impensabile”. 
 
LA MENTALITA’ DELL’ALVEARE – Luca Mastrantonio, dalle pagine del Corriere della Sera, presenta il libro di Vincenzo Latronico “La mentalità dell’alveare”. L’ autore immagina l’ Italia di domani governata dai grillini di oggi, che nel libro vengono chiamati “calabroni”, poiché il loro capo è Pino Calabrò, alter ego di Beppe Grillo. I protagonisti del romanzo sono una coppia di giovani sposi; il tempo del romanzo è un futuro imminente, compreso tra il giugno 2013 e il 2015. La storia narrata vuole dimostrare come il web possa mutare in breve tempo, da strumento di “pescatori” ad arma per “gladiatori”. L’argomento del lbiro, di scottante attualità, verrà affrontato direttamente dall’autore domenica 19 al Salone Internazionale del Libro di Torino. Latronico sarà protagonista, insieme a Serena Danna, Sergio Romano e Beppe Severgnini del dibattito “Realtà e futuro nelle democrazie digitali”. C’è grande attesa anche per la partecipazione di Grillo, che però con tutta probabilità non prenderà parte al Salone, in quanto il direttore Ernesto Ferrero ha esplicitamente affermato di non gradirne la presenza. 
 
16 maggio 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata