Su La Stampa, tutta la verità sul giallo che J.K. Rowling ha pubblicato sotto pseudonimo

LA CRITICA QUOTIDIANA - Dalle pagine de La Stampa, Claudio Gallo svela il mistero aleggiato sino a poco tempo fa intorno al romanzo ''The Cuckoo's Calling''...

Claudio Gallo rivela tutti i particolari sul caso di “The Cuckoo’s Calling”, uscito a firma di Robert Galbraith ma in realtà opera dell’autrice di “Harry Potter”. Al momento della rivelazione, il romanzo è balzato in cima alla classifica di Amazon

LA CRITICA QUOTIDIANA – Dalle pagine de La Stampa, Claudio Gallo svela il mistero aleggiato sino a poco tempo fa intorno al romanzo “The Cuckoo’s Calling”. Il giallo è firmato Robert Galbraith, ex agente della polizia militare inglese. Galbraith si è rivelato però essere lo pseudonimo della ben più nota J. K. Rowling, l’autrice della saga il cui protagonista è il conosciutissimo maghetto Harry Potter.


GALBRAITH E ROWLING, DUE NOMI ED UNA SOLA IDENTITA’
–  La notizia che da alcuni giorni circola in rete è proprio quella che Robert Galbraith, l’autore del romanzo giallo “The Cuckoo’s Calling”, in realtà non è altro che lo pseudonimo della scrittrice contemporanea più nota al mondo, J. K. Rowling. La notizia è stata smascherata da due giornalisti del Times, Richard Brooks e Cal Flyn. “Speravo di mantenere il segreto ancora per un po’”, sono state le parole di J. K. Rowling, riportate da Gallo. “Diventare Robert Galbraith è stata un’esperienza così liberatoria. Pubblicare senza clamore o aspettative è meraviglioso, ricevere riscontri sotto un nome diverso è un puro piacere”. Il libro firmato Robert Galbraith ha venduto all’incirca 1500 copie. Dal momento in cui è stata rivelata la vera identità della scrittrice, “The Cuckoo’s Calling” in un giorno è passato dal 4709simo posto della classifica Amazon al primo. Le vendite sono aumentate del 162%.


THE CUCKOO’S CALLING
– “The Cuckoo’s Calling” è un giallo psicologico ambientato a Londra, scenario ormai molto gettonato per molti romanzi e film d’azione. Il protagonista del giallo è il detective Cormoran Strike, veterano che ha perso una gamba su una mina in Afghanistan. La figura che ne appare è quella di un antieroe che, appena lasciato dalla fidanzata, è costretto ad indagare su un caso molto particolare: l’apparente morte suicida di una top model. Come tutti i detective che si rispettino, anche Cormoran ha una segretaria, Robin, una sorta di suo alter ego.

15 luglio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti