Su La Stampa di oggi l’intervista ad Antonio Skàrmeta, scrittore cileno autore del romanzo ”I giorni dell’arcobaleno”

RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA – La Stampa di oggi propone una interessante intervista allo scrittore cileno Antonio Skàrmeta, circa il suo ultimo romanzo ''I giorni dell’arcobaleno'', che affronta il tema del referendum che nel 1988 portò alla caduta della dittatura in Cile ...
Repubblica propone un testo a cura di Massimo Cacciari che verrà presentato nel ciclo di lezioni “Res Novae – Rivoluzioni” presso l’Università di Bologna
 
RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA – La Stampa di oggi propone una interessante intervista allo scrittore cileno Antonio Skàrmeta, circa il suo ultimo romanzo “I giorni dell’arcobaleno”, che affronta il tema del referendum che nel 1988 portò alla caduta della dittatura in Cile. La prima pagina di cultura di Repubblica di oggi propone uno stralcio del testo che Massimo Cacciari presenterà nell’incontro del 30 maggio all’interno del ciclo di lezioni sul tema “Res Novae – innovazioni”, che si terranno a Bologna presso l’aula magna Santa Lucia dell’Università. 
 
I GIORNI DELL’ARCOBALENO – La Stampa di oggi propone una interessante intervista ad Antonio Skàrmeta, l’autore del libro “I giorni dell’arcobaleno”, romanzo che affronta il tema del referendum che nel 1988 portò alla caduta della dittatura di Pinochet in Cile. L’autore spiega come il libro sia nato da un precedente testo teatrale, El plebiscito, in cui il protagonista è un pubblicitario che, grazie ad una sua campagna, contribuisce a far cadere la dittatura di Pinochet. Dalla pièce sono scaturiti sia il romanzo sia un film, No, di Pablo Larraìn, da giovedì nelle sale.  I protagonisti del libro sono totalmente di finzione, anche se basati su persone e su avvenimenti reali. Skàrmeta nell’intervista affronta anche il tema di scottante attualità circa la riesumazione del corpo di Pablo Neruda. Nonostante si sostenga attraverso le nuove indagini che il celebre poeta sia deceduto per cause naturali, l’autore cileno tiene a precisare come l’esito non sia ancora definitivo, e quindi come il mistero che aleggia intorno a questa morte non sia ancora del tutto risolto.   
 
RES NOVAE – RIVOLUZIONI – “Res Novae – Rivoluzioni” è il tema dei quattro incontri che si terranno presso l’Aula Magna di Santa Lucia dell’Università. Il ciclo di lezioni, organizzate dal Centro Studi “La permanenza del classico” inaugurerà il 9 maggio con l’intervento di Luciano Canfora. Repubblica di oggi propone uno stralcio del testo che Massimo Cacciari presenterà nella sua conferenza dal titolo “Rivoluzioni. Conversioni” che si terrà il prossimo 30 maggio. Cacciari affronta il tema della rivoluzione, che sostiene essere spesso interpretato in modo erroneo. Spesso rivoluzionare viene visto come sinonimo di rinnovare. In realtà i più grandi rivoluzionari del tempo hanno fatto nascere il nuovo dal vecchio, hanno seguito i dettami di Machiavelli, il quale sosteneva che i fondatori di principati nuovi devono conoscere quanto è stato prima, e ricordare che quanto è stato può sempre tornare. Il filosofo veneto introduce anche il concetto di res novae  collegato a quello di conversione, riconducibile a molti dettami della dottrina di Sant’Agostino. 
 
ALTRE NOTIZIE – Tra le altre notizie segnaliamo, su Il Messaggero la presentazione di “Nessuno sa di noi” di Simona Sparaco, testo in corsa per il Premio Strega, che affronta il delicato tema del dramma dell’aborto terapeutico. Libero propone invece il saggio inchiesta di Marco Dotti “Slot City”, un libro che, partendo dalla descrizione di Consonno la Las Vegas, cittadina alle porte di Lecco, racconta l’antropologia nazionale del gioco d’azzardo. Su Libero segnaliamo la presentazione della biografia di Alma Maria Schindler, moglie di Gustav Mahler e ricordata per essere stata una delle donne più influenti del secolo scorso. 
 
7 maggio 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti