Capalbio Libri 2014, si è conclusa ieri l'ottava edizione

Si chiude l’ottava edizione del Capalbio Libri 2014, il ”festival sul piacere di leggere”

Si è concluso venerdì 8 agosto il Festival Capalbio Libri registrando numerosissime presenze in tutte le serate, una conferma del legame con il territorio di questo appuntamento culturale...

Si è conclusa l’ottava edizione di Capalbio Libri, il festival sul piacere di leggere ideato e diretto da Andrea Zagami. In questi otto anni 96 autori hanno scelto il festival Capalbio Libri per confrontarsi e parlare di storie con il pubblico attento e curioso del borgo maremmano

MILANO – Si è concluso venerdì 8 agosto il Festival Capalbio Libri registrando numerosissime presenze in tutte le serate, una conferma del legame con il territorio di questo appuntamento culturale. Costante anche la partecipazione del pubblico sui social network, da Twitter a Facebook, passando per YouTube, dove ogni giorno era disponibile una pillola video con le interviste agli autori sul piacere di leggere. Tra i temi di quest’anno l’attualità, il discorso sul potere, come ad esempio nell’intervento di Annalisa Chirico ( ‘Siamo tutti puttane‘ – Marsilio) e le storie intime declinate al maschile.

I PROTAGONISTI – Il festival anche quest’anno si è avvalso della direzione artistica per la parte musicale del maestro e compositore Massimo Nunzi che ha portato sul palco rosso di Capalbio Libri, nella serata del 4, l’Orchestra Operaia in concerto: uno straordinario fuori programma che ha registrato il tutto esaurito.
Andrea Purgatori, firma dell’Huffington Post e sceneggiatore di cinema e televisione, ha raccontato l’incredibile storia di questo ensemble che lotta contro la crisi con i fatti.
In Piazza Magenta non sono mancate le storie di narrativa, intime e personali, quest’anno declinate al maschile. L’attore Giulio Scarpati, conosciuto dal grande pubblico per il personaggio di Lele Martini nella fiction di successo “Il medico in famiglia” ha parlato del suo “Ti ricordi la casa rossa?” (Mondadori), una lettera alla madre scritta per ricordare i momenti felici e i ricordi di una vita e per lottare contro l’oblio provocato dall’Alzheimer.
E ancora l’ironico, e a tratti amaro, dialogo scritto da Michele Neri e suo figlio Nicola in “Scazzi” (Mondadori), sette anni di una turbolenta adolescenza con una padre e un figlio che si ritrovano attraverso la scrittura.
In chiusura di manifestazione, l’attualità raccontata da un cronista di razza e da un giornalista da sempre nelle stanze del potere: Vittorio Feltri e Luigi Bisignani intervistati dalla giornalista de L’Espresso Denise Pardo e da Andrea Purgatori hanno svelato aneddoti e retroscena su 50 anni di storia del costume e della politica del nostro Paese, raccontati nel libro ‘Buoni e Cattivi‘ (Marsilio) scritto a quattro mani da Vittorio Feltri e Stefano Lorenzetto.

IL PIACERE DI LEGGERE – Che cos’è il ‘piacere di leggere’? Questo è il video conclusivo prodotto e realizzato dalla video editor Roberta Spinelli per l’agenzia di Comunicazione Zigzag, organizzatrice di Capalbio Libri 2014 e raccoglie le risposte di tutti i protagonisti di questa edizione del Festival. Per Celotto è ‘il piacere di vivere con fantasia, è un modo di volare’; per Michele Neri è ‘vedersi con altri occhi’, per Feltri è semplicemente la sua vita…

E per voi, che cos’è il piacere di leggere?

10 agosto 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti