Serra, Sepúlveda e Volo per la terza settimana sul podio della classifica vendite

Mentre il podio della classifica settimanale delle vendite resta invariato – Serra, Sepúlveda, Volo –, molte sono le novità nel resto della top ten. Tre le new entry...

Entrano nella top ten Margaret Mazzantini, Isabel Allende e John Grisham. Tornano gli “Hunger Games” di Suzanne Collins e Aldo Cazzullo

MILANO –  Mentre il podio della classifica settimanale delle vendite resta invariato – Serra, Sepúlveda, Volo –, molte sono le novità nel resto della top ten. Tre le new entry: “Splendore” di Margaret Mazzantini, in quarta posizione, “Il gioco di Ripper” di Isabel Allende, nono, e “L’ombra del sicomoro” di John Grisham, decimo. Tornano gli “Hunger Games” di Suzanne Collins, con due capitoli della trilogia: il primo, al sesto posto, e il terzo, “Il canto della rivolta”, al quinto. Altro ritorno è “Basta piangere!” di Aldo Cazzullo, in settima posizione.

Il nuovo libro di Margaret Mazzantini è un romanzo di formazione incentrato sulle vicende di due protagonisti, Guido e Costantino, due ragazzi e poi due uomini con due diversi destini: uno eclettico e inquieto, l’altro sofferto e carnale. Tra loro un legame assoluto s’impone, violento e creativo, insieme al sollevarsi della propria natura. La loro iniziazione sentimentale attraversa le stagioni della vita, l’infanzia, l’adolescenza, il ratto dell’età adulta. Mettono a repentaglio tutto, ogni altro affetto, ogni sicurezza conquistata, la stessa incolumità personale. E attraverso questo percorso è una la domanda che si impone: avremo mai il coraggio di essere noi stessi?

È un giallo il nuovo romanzo di Isabel Allende, “Il gioco di Ripper”, uscito in Italia in anteprima mondiale. Le donne della famiglia Jackson, Indiana e Amanda, madre e figlia, sono molto legate pur essendo diverse come il giorno e la notte. Indiana, guaritrice in una clinica olistica, è una donna libera e fiera della propria vita. Sposata e poi separatasi molto giovane dal padre di Amanda, è riluttante a lasciarsi coinvolgere sentimentalmente, che sia con Alan, ricco erede di una delle famiglie dell’alta borghesia di San Francisco, o con Ryan, enigmatico e affascinante ex navy seal, ferito durante la sua ultima missione. Mentre la madre vede soprattutto il lato buono delle persone, Amanda, come suo padre, ispettore capo della Sezione Omicidi della polizia di San Francisco, è affascinata dal lato oscuro della natura umana. Brillante e introversa, appassionata lettrice, dotata di un eccezionale talento per le indagini criminali, si diletta a giocare a Ripper, un gioco online ispirato a Jack the Ripper, Jack lo Squartatore, in cui bisogna risolvere casi misteriosi. Quando la città è scossa da una serie di efferati omicidi, Amanda si butta a capofitto nelle indagini, scoprendo, prima della polizia, che i delitti potrebbero avere un legame fra loro. Ma il caso diventa fin troppo personale quando sparisce Indiana. La scomparsa della madre è collegata al serial killer?

Ne “L’ombra del sicomoro” di John Grisham ci troviamo a Clanton, Ford County, nel 1988. Seth Hubbard è un uomo molto ricco che sta morendo di cancro ai polmoni. Non si fida di nessuno ed è molto attento alla sua vita privata e ai suoi segreti. Ha due ex mogli, due figli con cui non ha rapporti e un fratello sparito nel nulla da moltissimi anni. Il giorno prima di impiccarsi a un sicomoro, Seth scrive di suo pugno un nuovo testamento nel quale esclude la sua famiglia dall’eredità e lascia tutto ciò che possiede a Lettie, l’ignara domestica di colore che lo ha assistito prima e durante la malattia. Spedisce il testamento all’avvocato Jake Brigance, che si ritrova per le mani un caso davvero scottante. Molte sono infatti le domande cui lui ora deve dare una risposta: perché Seth ha lasciato le sue ingenti fortune alla sua donna di servizio? Forse le cure per il cancro hanno offuscato la sua mente? E tutto questo cosa ha a che fare con quel pezzo di terra un tempo noto come Sycamore Row? Ha così inizio una drammatica controversia tra coloro che si considerano i legittimi eredi, Lettie e un’intera comunità segnata da pregiudizi e tensioni mai sopite. Con “L’ombra del sicomoro” John Grisham ritorna venticinque anni dopo all’ambientazione e alle atmosfere del suo primo romanzo, “Il momento di uccidere”, considerato ormai un classico, di cui questo nuovo legal thriller è il seguito, e al suo battagliero protagonista, l’avvocato Jake Brigance, di nuovo alle prese con una vicenda caratterizzata da discriminazione razziale, ingiustizia, avidità.

1.    Michele Serra – Gli sdraiati – Feltrinelli – € 12,00
2.    Luis Sepúlveda – Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza – Guanda – € 10,00
3.    Fabio Volo – La strada verso casa – Mondadori – € 18,00
4.    Margaret Mazzantini – Splendore – Mondadori – € 20,00
5.    Suzanne Collins – Hunger Games. Il canto della rivolta – Mondadori – € 13,00
6.    Suzanne Collins – Hunger Games – Mondadori – € 13,00
7.    Aldo Cazzullo – Basta piangere! – Mondadori – € 14,90
8.    Gianrico Carofiglio – Il bordo vertiginoso delle cose – Rizzoli – € 18,50
9.    Isabel Allende – Il gioco di Ripper – Feltrinelli – € 19,00
10.    John Grisham – L’ombra del sicomoro – Mondadori – € 20,00

16 dicembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti