Schiaffo alla civiltà, 265 libri su Anna Frank strappati in 31 biblioteche di Tokyo

Dopo i libri bruciati, ora è la volta delle pagine di grandi opere strappate. E’ successo in Giappone, dove 'Il diario di Anna Frank' e altri 264 libri che parlano della giovane vittima dell'Olocausto sono stati danneggiati dalla fine di gennaio in 31 biblioteche pubbliche di Tokyo...

MILANO – Dopo i libri bruciati, ora è la volta delle pagine di grandi opere strappate. E’ successo in Giappone, dove ‘Il diario di Anna Frank’ e altri 264 libri che parlano della giovane vittima dell’Olocausto sono stati danneggiati dalla fine di gennaio in 31 biblioteche pubbliche di Tokyo.

POLIZIA INDAGA – Decine di pagine sono infatti state strappate dai volumi, per motivi ancora oscuri. La polizia sta indagando, mentre il personale di una delle biblioteche spiega che i libri danneggiati potrebbero essere stati trovati usando le parole chiave ‘Anna Frank’ nel database online dell’istituto. Almeno una delle biblioteche ha deciso di tenere dietro il banco principale i libri in qualche modo correlati alla giovane autrice, uccisa dai nazisti nella Seconda guerra mondiale.

TESTIMONIANZA DELL’OLOCAUSTO – Anna Frank scrisse il proprio diario mentre si nascondeva dai tedeschi e morì a 15 anni in un campo di concentramento, dopo che la sua famiglia fu tradita. Il suo resoconto dei giorni passati nel nascondiglio è diventato il più letto documento sull’Olocausto. Oggi in suo “ricordo” sono state danneggiate diverse copie che riportano la sua testimonianza. Uno schiaffo alla cultura ed alla civiltà.

22 febbraio 2014

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti