Libri in spiaggia per gli amanti della lettura

Sbarca in Italia il Bookcrossing balneare, il sogno estivo di ogni amante della lettura

Dalla terraferma alle spiagge italiane, il bookcrossing conquista anche le coste italiane. Una biblioteca sulla spiaggia, a cui poter fare visita dopo un bagno rinfrescante è il sogno di tutti i booklovers. Dopo l’esempio di Albena Resort...

Dopo l’esempio di Albena Resort, in Bulgaria, dove è stata aperta la prima biblioteca sulla spiaggia in Europa e la terza nel mondo, anche in Italia arriva il primo caso di Bookcrossing balneare

MILANO – Dalla terraferma alle spiagge italiane, il bookcrossing conquista anche le coste italiane. Una biblioteca sulla spiaggia, a cui poter fare visita dopo un bagno rinfrescante è il  sogno di tutti i booklovers. Dopo l’esempio di Albena Resort, in Bulgaria, dove è stata aperta la prima biblioteca sulla spiaggia in Europa e la terza nel mondo, anche in Italia arriva il primo caso di Bookcrossing balneare. In Sicilia il coordinamento delle contrade Marine – Siracusa, in collaborazione con Legambiente Siracusa, stanno organizzando quella che sicuramente sarà la vera novità dell’estate per tutti gli amanti della lettura in Italia. A presentarci l’inziativa è Simona Russo, referente dell’iniziativa per il Coordinamento Contrade Marine.

 

Come nasce l’idea del Bookcrossing balneare?

L’idea di creare un libreria diffusa e gratuita lungo la zona balneare di Siracusa, e in seguito quella di trasformarla nel primo esperimento di Bookcrossing Balneare della Sicilia, e nato quasi per caso: un’amica posta su FB la foto di una beach library in una spiaggia di un paese straniero (non ricordo quale), seguono commenti del tipo ‘però, sarebbe bello farlo sulle nostre spiagge…’. Da li si innesca il tutto, prendo in mano la situazione, inizio a fare ricerche in rete e trovo un video su youtube che parla delle librerie da spiaggia di Legambiente realizzate nel Cilento.

Contatto il referente dell’iniziativa in Campania e inizio a capire come muovermi. Premetto che io faccio parte del Coordinamento delle Contrade Marine di Siracusa, che si occupa della valorizzazione della zona costiera-balneare della mia città. Studio la formula migliore per la realizzazione di questo progetto e insieme a Legambiente Siracusa, si decide di coinvolgere gli imprenditori che gestiscono lidi e locali in prossimità delle spiagge.

 

In che modo state procedendo all’organizzazione?

Abbiamo trovato riscontro e due imprenditori della località Fontane Bianche, decidono di acquistare due librerie da Legambiente da porre presso le loro strutture, per il resto ci sono una serie di piccoli punti (bar, locali etc) che predisporranno piccoli scaffali per ospitare i libri lungo la zona balneare siracusana (zona Ognina, Arenella, Fanusa..stiamo definendo mappa e punti in questi giorni). Su ogni libreria sarà presente una mappa dei punti e l’informativa sul come funziona l’iniziativa.  Altro elemento fondamentale: i libri li stiamo raccogliendo noi (coordinamento contrade marine più Legambiente), tramite donazioni spontanee di privati che ci stanno facendo pervenire libri anche da fuori (mi sono arrivato pacchi di libri dal nord Italia e da altre zone della Sicilia).

 

Avete dei modelli a cui vi siete ispirati?

L’iniziativa, a differenza di quella di Legambiente, ha qui una declinazione diversa: quella del “bookcrossing”, una pratica a me cara! In questa formula, le persone saranno libere di prendere un libro, consultarlo e riporlo oppure decidere di tenerlo e in cambio ‘liberarne’ uno proprio, in modo tale che le librerie si autogestiscano e autoalimentino: uno scambio vero e proprio, nel pieno spirito del bookcrossing (i libri saranno timbrati nella prima pagina con il timbro che riporta il logo del Bookcrossing Balnera Siracusa).

L’iniziativa sta avendo grande successo e rispondono in molti con grande entusiasmo all’idea, e noi siamo orgogliosi di essere i primi in Sicilia!

Inoltre, durante l’estate attorno ai punti bookcrossing vorremmo organizzare eventi legati alla lettura: presentazioni di libri, letture collettive, reading etc…

 

Come è possibile contribuire?

Per chi vuole contribuire, la donazione libri rimane sempre aperta (anche quando inizierà a funzionare il bookcrossing). Basta chiedere info al mio indirizzo email o con un messaggio sulla pagina facebook.

1 giugno 2014
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti