LIBRI - I classici insegnano

San Valentino, le 8 lezioni sull’amore contenute nei grandi classici della letteratura

Non esistono manuali d’istruzioni per affrontare le vostre pene d’amore. Per fortuna esistono i classici della letteratura mondiale, che portano dentro di sé un’infinità di lezioni utili sull’argomento...

Da Omero fino a Shakespeare, ecco le 8 lezioni sull’amore che i classici di tutti i tempi possono ancora insegnarci

 
MILANO – Non esistono manuali d’istruzioni per affrontare le vostre pene d’amore. Per fortuna esistono i classici della letteratura mondiale, che portano dentro di sé un’infinità di lezioni utili sull’argomento. Il sito bustle.com ha ricavato le 8 imprescindibili lezioni sull’amore che tutti noi possiamo imparare dalla lettura di un classico. Ve le riproponiamo:

 

 
AMLETO – William Shakespeare
LEZIONE n. 1 – Non innamorarsi di persone indecise, tormentate, spaventate dall’idea di impegnarsi

 
Amleto, principe di Danimarca, è l’archetipo dell’indeciso rimuginatore. La sua famiglia è abbastanza squilibrata, e in effetti lui avrebbe anche tutte le ragioni per struggersi di ansie e timori. Ma suvvia, c’è un limite a tutto! Ofelia si è annegata in un torrente per lui! State alla larga dagli insicuri, oscuri e problematici individui – amletici, potremmo dire -, incapaci di offrirvi qualunque attenzione perché troppo presi dietro alle loro “congiure” e manie.

 

 
L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY – David Herbert Lawrence
LEZIONE n. 2 – A volte bisogna seguire le proprie passioni, fregandosene di quello che dicono i vicini!

 
Constance Chatterley ha provato a essere fedele al suo insoddisfacente, monotono maritino, ma una donna ha delle necessità. Per di più il maritino in questione era anche freddo, introverso e impotente. Così la povera Constance si è sentita legittimata a soddisfare altrove i suoi bisogni. I suoi rendez-vous amorosi con il guardiacaccia Oliver Mellors sono appassionanti e… roventi. Ci sono circostanze in cui arrendersi alle proprie pulsioni è l’unica cosa da fare.

 

 
ODISSEA – Omero
LEZIONE n.3 – Tuttavia, se il vostro vero amore è altrove per una giusta causa, potrebbe essere saggio tenere a bada gli spasimanti

 
Solitamente saremmo propensi a ritenere del tutto incomprensibile la folle attesa del ritorno di qualcuno che sono vent’anni che gira per il mondo… Ma la super-paziente Penelope ha saputo farlo. I proci hanno tentato in ogni modo di convincerla a concedersi loro in moglie, ma la donna ha avuto fiducia totale nel suo uomo, e ha filato le tela (e sfilato la tela) fino al suo ritorno. Buon per lei. Se avrete la pazienza di un santo e il vostro amore è sincero, fatevi guidare dall’esempio di Penelope.

 

 
VIA COL VENTO – Margaret Mitchell
LEZIONE n.4 – Non atteggiarsi a diva

 
Rossella O’Hara si è comportata esattamente così. Prima ha flirtato, poi ha fatto la ritrosa, in seguito si è sposata per tutte le ragioni sbagliate. Inevitabile che sia finita con le vesti lacere e il fango sulla faccia. E sola, per giunta. Noi tutti abbiamo amato Rossella, ma è palese che avesse dei problemi.

 

PETER PAN – James M. Barrie
LEZIONE D’AMORE n. 5 – Non uscire con chi è affetto da sindrome di Peter Pan

 
Non serve aggiungere altro.

 

 
LA BELLA E LA BESTIA –  Jeanne-Marie Leprince de Beaumont
LEZIONE D’AMORE n. 6 – Non essere superficiale.

 
Sen pretendete che una donna debba avere al massimo un certo peso, se ritenete che il vostro uomo debba essere alto almeno uno e ottanta, se uscite solo con persone con una dentatura perfetta… dovreste dare un’occhiata prima di tutto a voi stessi: tutti noi ci “sgualciremo”, rattrappiremo e diventeremo pieni di rughe. Quel che conta davvero lo abbiamo dentro. Tutto il resto sono dei bonus temporanei!

 

 
EMMA – Jane Austen
LEZIONE D’AMORE n. 7 – Aprite i vostri occhi!

Se conoscessimo Emma nella vita reale, probabilmente la giudicheremmo un’incapace e pignola ficcanaso. Ma la troveremmo anche un pochino adorabile. Lei raggira e complotta per riuscire a formare delle coppie, senza accorgersi che il suo vero amore lo ha proprio di fronte. Aprite i vostri occhi e la vostra mente. Se la vita è come una commedia romantica, tutti noi ci innamoreremo della persona che ci davvero ci completa e ci fa impazzire… ma ce ne accorgeremo soltanto alla fine!

 

 
MADAME BOVARY – Gustave Flaubert
LEZIONE D’AMORE n. 8 – Non leggere TROPPI romanzi d’amore

 
Emma Bovary si immedesima un tantino troppo nelle sdolcinate storie d’amore che ama leggere. Questo la porta ad avere delle aspettative eccessivamente alte, che la conducono a una perenne insoddisfazione per la realtà, le sue storie, i suoi amori. Leggere è bellissimo e fa bene. Ma c’è un limite a tutto!

 

 

 
6 febbraio 2015

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti