Nuove frontiere della lettura digitale

Rooster, l’app per la lettura che divide i grandi romanzi in piccoli ”bocconi”

Quante volte ci siamo detti: ''mi piacerebbe tanto leggere quel libro, se avessi tempo''? Anche il lettore più incallito ha serie difficoltà a gestire i momenti da dedicare alla lettura...

Il servizio mette a disposizione due libri al mese suddivisi in brani, da leggere ogni volta che si hanno 10 minuti di tempo

MILANO – Quante volte ci siamo detti: “mi piacerebbe tanto leggere quel libro, se avessi tempo”? Anche il lettore più incallito ha serie difficoltà a gestire i momenti da dedicare alla lettura, troppe volte soffocati da tanti altri pensieri e responsabilità. Quelli che ‘vorrei, ma non posso’ possono provare Rooster, un app che divide i grandi romanzi in ‘bocconi’, piccoli brani da poter leggere durante la pausa, prima di andare a dormire, insomma quando si ha non più dei famigerati “10 minuti”.

A metà strada tra una reading app e un servizio ebook, tramite un piccolo abbonamento Rooster mette a disposizione due libri al mese ‘tagliati’ in pezzi, che possono essere letti quando si preferisce. Secondo il sito lifehacker.com, è scongiurato anche il pericolo della eccessiva frammentazione della storia. Le divisioni vengono fatte in maniera ragionata, e possono anche essere più lunghe, infatti l’utente può impostare i propri tempi di lettura in piena autonomia.

Il servizio, lanciato negli scorsi giorni e disponibile al momento solo per il sistema iOS (ma presto arriverà anche per Android), propone agli utenti registrati i primi due libri, “Billy Budd” di Herman Melville e “I Was Her”e di Rachel Kadish. Niente più scuse per i troppo impegnati (o troppo pigri): grazie a quest’app non sarà per niente difficile ‘addentare’ una buona storia appena si può.

Elena Chiara Liguori

23 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti