Sei qui: Home » Libri » Residui di Rock’n’Roll, Gianluca Grignani si racconta in un libro intimo e profondo

Residui di Rock’n’Roll, Gianluca Grignani si racconta in un libro intimo e profondo

vi segnaliamo il nuovo libro autobiografico del cantautore italiano Gianluca Grignani con prefazione di Irama

L’atteso libro autobiografico di Gianluca Grignani, Residui di Rock’n’Roll – Diario sincero di un artista, è disponibile nelle librerie e negli store digitali.

Scritta in collaborazione con il giornalista Eugenio Arcidiacono, e pubblicata da Edizioni San Paolo, questa opera offre uno sguardo intimo e profondo nella vita del cantautore italiano che con oltre 28 anni di carriera, ha alle spalle hit di successo come “La mia storia tra le dita”.

Con oltre 5 milioni di dischi venduti, ha influenzato il panorama musicale italiano con la sua innovazione e versatilità, esplorando diverse sfumature del rock e collaborando con artisti di spicco.

Con una prefazione di Irama e una postfazione di Stefano Senardi, il libro promette di essere una lettura imperdibile per i fan e per gli appassionati di musica.

Residui di Rock’n’Roll

Sinossi del libro

Il sottotitolo “Diario sincero di un artista” rispecchia perfettamente l’essenza del libro.

Gianluca Grignani si racconta con trasparenza, rivelando aspetti inediti della sua vita e carriera. Dai capitoli che prendono il nome dalle sue canzoni più celebri, emergono storie di un’infanzia complessa, successi travolgenti, rapporti complicati con il mondo discografico e l’amicizia con altri artisti, come Lucio Dalla.

Una vita è un’avventura di scelte, imprevisti, rischi, scoperte ed esperienze.

La vita di un artista è tutto questo in modo speciale, soprattutto perché la sua vocazione è vivere e far risuonare le domande, le attese, le ragioni dell’esistere. In questo libro, seguendo il filo delle sue canzoni più belle (e guardando alle prossime che stanno vedendo la luce), Gianluca Grignani si mostra al pubblico con sincerità e il desiderio, come sempre, di trasmettere e provocare emozioni.

Perché la musica lo ha salvato e motivato, reso celebre e guidato, messo a nudo e protetto. E noi tutti abbiamo ricevuto molto da tanta coraggiosa generosità.

“Credo esistano due tipi di artisti al mondo. Il primo non me lo ricordo, come direbbe Gianluca, il secondo è quello che vive l’arte sulla sua pelle, nella sua anima, nella sua maniera più pura e logorante”.

“Si potrebbe definire una persona tenace oppure testarda, ma una cosa è certa: non è facile piegarlo“.

Postfazione di Stefano Senardi.

Tra poesia e narrazione

L’autobiografia è arricchita da racconti e poesie inedite che aggiungono profondità alla narrazione. Grignani esplora le sue fonti di ispirazione letterarie, cinematografiche e musicali, condividendo con i lettori le fatiche e le gioie che accompagnano il processo creativo. Ne emerge il ritratto di un artista che, attraverso il rock’n’roll, riesce a liberare la forza interiore che lo ha sempre sostenuto.

Il tour estivo

Parallelamente al lancio del libro, è partito il tour estivo di Grignani con tre concerti speciali. Dopo i primi appuntamenti il 17 giugno in Piazza della Logia a Brescia per il 1000 Miglia e il 19 giugno al Terminal 3 di Castano Primo per il Terminal 3 Festival, il prossimo appuntamento sarà il 7 agosto allo Stadio Comunale Fonte dell’Olmo di Roseto degli Abruzzi per il festival Emozioni in Musica Pop.

Il tour Residui di Rock’n’Roll ha già registrato dieci date sold out nei principali club italiani, confermando l’affetto del pubblico per il cantautore. Sul palco, Grignani sarà accompagnato da una band formata da Salvatore Cafiero (chitarra solista e cori), Frè Monti (chitarre e cori), Valerio Combass (basso), Luigi Russo (tastiere) e Antonio De Marianis (batteria).

La scaletta dei concerti includerà le hit che hanno segnato la carriera trentennale di Grignani, da “Destinazione Paradiso” a “La mia storia tra le dita” e “La fabbrica di plastica”.

In conclusione, “Residui di Rock’n’Roll” non è solo un’autobiografia, ma un vero e proprio viaggio nell’anima di Gianluca Grignani, un artista che continua a emozionare con la sua musica e la sua autenticità.

Il tour estivo sarà un’occasione imperdibile per rivivere dal vivo le canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana.

Gianluca Grignani

Gianluca Grignani_ph. Giancarlo Patera 4_b
Gianluca Grignani – ph. Giancarlo Patera

Gianluca Grignani, nato a Milano nel 1972, è un poliedrico artista italiano con una carriera musicale di oltre 28 anni. Iniziò a farsi conoscere nel 1995 con il singolo “La mia storia tra le dita”, che lo portò alla ribalta e gli valse numerosi premi, vendendo oltre 5 milioni di dischi certificati da FIMI.

Grignani è noto non solo per le sue hit pop-rock, ma anche per il suo contributo come autore per altri artisti italiani come Franco Califano, Laura Pausini e Gianni Morandi.

Cresciuto nella periferia di Milano, Grignani si trasferì a Correzzana da adolescente, dove iniziò a comporre le sue prime canzoni.

Musicalmente influenzato da leggende come The Beatles, Elvis Presley e Lucio Battisti, ha esplorato varie sfumature del rock, dalle sonorità dei Led Zeppelin e dei Rolling Stones fino a Eric Clapton.

Il debutto al Festival di Sanremo nel 1995 segnò un punto di svolta nella sua carriera, con il singolo “Destinazione paradiso” e l’omonimo album che ottennero un successo immediato.

Seguì un periodo di sperimentazione e innovazione con l’album “La fabbrica di plastica” nel 1996, caratterizzato non solo da nuove direzioni musicali ma anche da un packaging innovativo. Il successo internazionale e la continua evoluzione artistica lo hanno portato a viaggiare e a registrare negli studi più prestigiosi, contribuendo a definire il suo stile unico.

Oltre alla musica, Grignani ha esplorato anche il mondo del cinema, recitando nel film “Branchie” nel 1999.

Ha continuato a rinnovarsi negli anni successivi con album acclamati come “Il re del niente”, “Romantico Rock Show” e “Natura umana”, e ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per il suo contributo alla musica italiana.

Nel corso della sua carriera, ha partecipato più volte al Festival di Sanremo e continuato a intrattenere il pubblico con tour sold-out in Italia e all’estero. Nel 2022 ha celebrato il ritorno sulle scene con nuovi singoli e concerti, confermando la sua influenza duratura nel panorama musicale italiano.

In sintesi, Gianluca Grignani rappresenta non solo un’icona della musica italiana contemporanea, ma anche un innovatore che continua a evolversi e a ispirare con la sua musica e la sua creatività.

© Riproduzione Riservata