”Io e te” di Niccolò Ammaniti, un piccolo romanzo che lascia col fiato sospeso

Le poche aspettative di questo romanzo breve (o racconto lungo, catalogatelo come volete) sono state immediatamente soppiantate dalla sorpresa di ritrovarsi tra le mani un lavoro brillante...
Pubblichiamo la recensione di Claudia Di Gennaro per la semplicità con cui sa trasmettere il gusto di piacevole sorpresa di questa lettura
Le poche aspettative di questo romanzo breve (o racconto lungo, catalogatelo come volete) sono state immediatamente soppiantate dalla sorpresa di ritrovarsi tra le mani un lavoro brillante. Ammaniti ha da sempre il raro potere di affascinare il lettore e sorprenderlo quando meno se lo aspetta. 
La storia narra fondamentalmente del disagio adolescenziale e delle “nuove famiglie” allargate: il protagonista, Lorenzo, si rifugerà per una insolita settimana bianca nella cantina di casa attorniato solo da tv, playstation, libri e tanto cibo in scatola. Fingerà di essere con gli amici per fuggire per un po’ dal mondo, dai genitori e da quel dover essere che la società gli impone. 
Il “TE” del titolo sarà svelato verso la metà del libro, quando la sorellastra farà irruzione nella cantina mandando a monte i suoi piani. Anche Olivia è un’adolescente difficile, ma i due cominceranno a conoscersi e inconsciamente ad affezionarsi l’un l’altra. Il finale lascia decisamente il lettore col fiato sospeso e in bocca il gusto agrodolce di un epilogo inevitabile. Un romanzo da divorare in poche ore!
17 marzo 2013
© Riproduzione riservata

© Riproduzione Riservata
Commenti