Le recensioni dei lettori

Gualtiero Conti, il vecchio cronista che tutti vorremmo essere

Ci sono storie d'amore e amori fatti di storie. A legarli è spesso il filo degli affetti annodato alle passioni di una vita trascorsa insieme. Ed è proprio questa la magica alchimia che unisce le esistenze di Gualtiero Conti e di sua moglie Silvana Scanagatta...

Ci sono storie d’amore e amori fatti di storie. A legarli è spesso il filo degli affetti annodato alle passioni di una vita trascorsa insieme. Ed è proprio questa la magica alchimia che unisce le esistenze di Gualtiero Conti e di sua moglie Silvana Scanagatta. Lui, ex giornalista e raccontatore di storie; lei, ex responsabile dell’ufficio dimafonisti del quotidiano ‘Avvenire’ e, in questo ruolo, ‘raccoglitrice’ di storie dettate a telefono da inviati in giro per il mondo.

Ma la parola ‘ex’ poco si addice a Gualtiero e Silvana che le ‘storie’ non le hanno certo appese al chiodo dei ricordi, ma le rilanciano ogni giorno con lo stesso entusiasmo di quando erano giovani. Da questa voglia di vivere è nato ‘Memorie di un vecchio cronista’,  un libro splendido che dovrebbe essere letto in tutte le scuole di giornalismo per comprendere cosa sia l’amore per la professione del reporter. Già, l’amore per il ‘mestieraccio’.

Ma anche l’amore per Silvana che ha contraccambiato scrivendo parola per parola questo diario che Gualtiero, a causa delle condizioni di salute, è stato costretto a dettarle. E così Silvana, poetessa di raffinata sensibilità (al suo attivo ben 4 libri), è tornata alle ‘origini’, trascrivendo le storie altrui, ma che nel caso di Gualtiero fanno parte integrante anche di lei. ‘Conosco Gualtiero Conti da 40 anni – annota Silvana – l’uomo che amo, diventato mio marito dal quale ho avuto un figlio. Un uomo colto dalla sottile ironia, dal carattere volitivo con lo sguardo dolce e penetrante insieme.

Accanito lettore e molto apprezzato dai numerosi direttori di giornali (in primis il mitico Nino Nutrizio de ‘La Notte’) che si sono succeduti nella sua carriera giornalistica e stimato da colleghi e amici con i quali ha vergato pagine e pagine di carta stampata nelle più varie discipline. L’amore per la professione è stato il suo vanto e la sua più grande soddisfazione’. Oltre, ovviamente, a quella di avere una donna come Silvana al suo fianco.   

Nino Materi

16 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti