“Se Bambi fosse trans?”, un libro originale e coraggioso

Un pezzo di Luna per André - di Grazia Ragone

Per parlare di transessualità ci vuole coraggio. Di certo questo connota la cifra stilistica dell’opera in questione. Il libro “Se Bambi fosse trans?“di Emiliano Reali, mi ha coinvolto moltissimo anche per l’originalità e la peculiarità delle tematiche trattate. Il protagonista del romanzo Giacomo, è un giovane che cerca di scappare dal destino già scritto che la famiglia di operai vorrebbe imporgli; nella sua fuga verso la grande città (Roma) si affianca alla fidanzata Luana, figlia del ricco notaio, che non desidera a sua volta incasellarsi nella carriera legale che qualcuno ha già programmato per lei. Sono giovani, incoscienti, pieni di vita e di certo non spaventati dal mettersi in discussione e dal cercare di costruire l’esistenza che vogliono. Ma Giacomo ha un segreto che lo porterà a prendere consapevolezza di sé e a “sbocciare”: ma il fiore che ne verrà fuori, Bambi, sarà come una pianta carnivora che divorerà i sentimenti di Luana portandola quasi all’autodistruzione.

Quando da lei non sarà più possibile cogliere alcunché l’astuta Bambi, nei panni di Giacomo, troverà appoggio in Marco che gli donerà amore e accoglienza. Dopo un anno Bambi non riesce più a sopportare di rimanere chiusa in una stanza buia e Giacomo tornerà a prostituirsi nei panni dell’avvenente creatura che già ha distrutto parte della sua vita. A sorpresa ritroviamo Luana, che ancora innamorata di Giacomo, per entrare nuovamente nella sua vita, accetterà di coprirlo agli occhi di Marco, per assecondare le sue ‘scorribande’ notturne. Ma la menzogna tende a logorare chi la pronuncia e a distruggere ciò che non ha basi autentiche. Due aguzzini, un pestaggio, lo stupro, il cercare di nascondere la realtà dei fatti, ma questo non sempre dipende unicamente da noi. Lo imparerà Giacomo/Bambi pagando il salato conto.

In un susseguirsi di intrecci, colpi di scena, violenza, trasgressione, abbandoni, ritrovamenti e nuove amicizie si dispiega la storia di Giacomo/Bambi e di tutti gli elettroni che le girano intorno. Marco volerà in America per dimenticare il suo mendace amore, Bambi rimasta sola nuovamente sceglierà di vendicarsi per poi… Lo stile spontaneo, viscerale, fresco, riesce a rendere la lettura scorrevole e d’impatto portandoti a vivere dentro di te le emozioni raccontate, anche se distanti anni luce dalla tua vicenda personale. Non avrei mai pensato di sentirmi protagonista di un romanzo a tal punto, scoprendomi a tifare per l’uno o l’altro protagonista. Ora non posso far a meno che apprestarmi a leggere il seguito “Maschio o Femmina?” che ho scoperto essere uscito da qualche mese!

 

Giorgio Polese 

.

© Riproduzione Riservata
Commenti